!Time to learn! Italian Movie Award

Materclass 2016, alla RICERCA di un futuro migliore

Gli Studenti della Masterclass sul palco dell'Italian Movie Award per la consegna degli Attestati
Gli Studenti del Liceo "T. L. Caro" di Sarno (SA) con Raffaele Di Matteo e Viridiana Myriam Salerno (Direttore editoriale e Direttore responsabile di MediaVox Magazine)
Gli Studenti del Liceo “T. L. Caro” di Sarno (SA) con Raffaele Di Matteo e Viridiana Myriam Salerno (Direttore editoriale e Direttore responsabile di MediaVox Magazine)

L’ottava Edizione del Festival cinematografico “Italian Movie Award” del regista Carlo Fumo, tenutosi presso La Cartiera di Pompei (1/7 agosto 2016) ha collezionato grandissimi successi di pubblico e di critica. Tema del Festival: la Ricerca. Punto di forza, anche quest’anno, la Masterclass gratuita, organizzata in collaborazione con la Scuola di Cinema di Napoli. Alla Masterclass hanno partecipato una delegazione di Studenti del Liceo “T. L. Caro” di Sarno (SA), in virtù della partnership tra il Festival e la Rivista  MediaVox Magazine. Ospiti attesissimi dell’IMA 2016: Miriam Leone, Raoul Bova, Emanuelle Bains, Sabrina Impacciatore, Salvatore Esposito, Cristina Donadio e Cristiana Dell’Anna

Una panoramica sul folto pubblico dell’Italian Movie Award 2016 nel Parco naturale de La Cartiera

 

La possibilità di esprimere la propria creatività ed intraprendere nuove strade, diventando artefici del proprio destino e della propria felicità, è stata data dall’Italian Movie Award international Film Festival a 100 giovani gratuitamente.

Gli Studenti della Masterclass in platea

All’ottava Edizione del grandioso Festival, svoltosi nel Centro Commerciale La Cartiera di Pompei (Na), è intervenuto un folto gruppo di studenti, che ha partecipato ad una prestigiosa esperienza di ‘Masterclass’, realizzata in collaborazione con la Scuola di Cinema di Napoli. Essa ha dato la possibilità, a chiunque fosse appassionato di cinema o di discipline attinenti, di entrare in contatto con il mondo dello spettacolo.

Durante la settimana piena di eventi (1-7 agosto 2016), gli studenti hanno avuto la possibilità di essere giudici, di partecipare a delle vere e proprie lezioni ma, soprattutto, di conoscere grandi personaggi del cinema e di comprendere l’importanza di chi lavora dietro alla cinepresa.

Il Direttore artistico Carlo Fumo, Il Direttore de La Cartiera Piergiorgio Cesaro, la Responsabile Marketing Valeria Lubrano Lavadera e la Giornalista Viridiana Myriam Salerno

Martedì 2 Agosto sono stati ospiti del Festival lo sceneggiatore Nedo Novi e il regista italo-spagnolo Antonello Novellino. Si è parlato prevalentemente di sceneggiatura insieme a Nedo Novi, insegnante della prestigiosa scuola di cinema di Napoli, disponibile e schietto con gli studenti: ha illustrato sia i lati positivi che negativi di questo lavoro, senza tralasciare nulla. “La sceneggiatura è uno strumento tecnico“, ” è scrivere tutto ciò che è visto“, “è un mondo asettico fatto di emozioni, che devono essere comprese dall’attore“: queste sono state le parole dello sceneggiatore, che ci hanno fatto comprendere l’importanza di questo strumento invisibile all’occhio, ma comunque basilare e prioritario del cinema.  Sul palco, con il grande Direttore artistico del Festival Carlo Fumo, è, poi, salito Antonello Novellino: egli, trasferitosi all’età di 25 anni in Spagna, è riuscito a coronare il suo sogno e a girare il film Blue Lips (proiettato all’IMA2016).

Tra le varie domande che abbiamo posto al regista, riportiamo: “Qual è stata la differenza più grande che hai trovato tra il cinema italiano e quello spagnolo?”. Novellino ha risposto parlando innanzitutto della radicale evoluzione della sua carriera, sottolineando il fatto che in Italia si era relazionato solo con la realizzazione di qualche cortometraggio fra le mura domestiche (indubbiamente decisivo per l’inizio della sua vita lavorativa), mentre in Spagna si era trovato a realizzare un progetto più grande e impegnativo.

    Gli Studenti della Masterclass diventano Giurati

Nei giorni seguenti vari cortometraggi sono stati proiettati e premiati. Uno di questi è stato Strade da amare. La scelta giusta, realizzato, per la regia dei fratelli Borruto, da un numeroso gruppo di ragazzi napoletani, sul tema della sicurezza sulla strada.  E’ stato premiato sul palco del Festival, in rappresentanza di tutti coloro che avevano lavorato al corto, Ciro Romano che ha ricevuto l’Italian Movie Award – Vitruviano di Leonardo da Vinci 2016. Romano ha concluso il suo intervento dicendo che prima di metterci alla guida di un qualsiasi veicolo la domanda che dobbiamo porci è: “Oggi come mi sento?”. Infatti, non dobbiamo mai dimenticare che le emozioni giocano un ruolo importante nella nostra vita… un ruolo vitale.

Giovedì 4 agosto è stata una delle giornate più interattive per la Masterclass: infatti, gli studenti sono stati i protagonisti assoluti della giornata, nelle vesti di giudici severi e indiscussi dei cortometraggi in concorso nella “Short Social World Competition”.  I vari corti sono stati selezionati tenendo conto di importanti tematiche sociali e del tema generale dell’VIII edizione del Festival: la ricerca.

Ospiti Johannes Richard Voelkel, il regista tedesco di “Tantalum”, corto incentrato sullo sfruttamento minorile, e Luigi Pane, regista italiano di “Black comedy”, che ha riscosso un grande successo.

Una parte dello Staff organizzativo del Festival con il Presidente di Giuria, Prof. Dott. Antonio Giordano, e gli Ospiti dell’ultima serata. 
Gli Studenti della Masterclass con il conduttore Luca Abete

Infine, domenica 7 agosto sono stati rilasciati gli attestati di partecipazione alla Masterclass cinematografica, interamente coordinata da Diletta D’Errico, a tutti gli studenti.

Personalmente, è stata una grande emozione ricevere l’attestato: esperienza unica e sicuramente da rifare. Ci è stata data la possibilità di diventare veramente consapevoli che la “ricerca di noi stessi” non termina mai. Però, il tutto è stato reso ancora più speciale dalla simpatia e dalla disponibilità degli organizzatori. A chi scrive è stata data anche la possibilità di salire sul palco per parlare della mia settimana all’Italian Movie Award: non nego che parlare di fronte ad un pubblico così folto e qualificato, con al mio fianco Luca Abete e Carlo Fumo, presentatori del Festival, è stata una delle sensazioni più forti di sempre, una ottima dose di fiducia che ci ha fatto davvero innamorare di questo lavoro affascinante.

Gli Studenti della Masterclass con Miriam Leone
Gli Studenti della Masterclass con Emanuelle Bains
Gli Studenti della Masterclass con Raoul Bova
Gli Studenti della Masterclass con Sabrina Impacciatore
Gli Studenti della Masterclass con Cristina Donadio
Gli Studenti della Masterclass con Salvatore Esposito

Guarda la video-story dell’Italian Movie Award 2016 (riprese-editing Barbara Capuozzo):

Le interviste di Viridiana Myriam Salerno al Festival:

14086303_1130893746969185_6769304545652506917_o14115529_1130889086969651_5390822183202811307_o14066463_1130888456969714_6500332083789834589_o14047118_1130889606969599_7735128059069013065_o14053860_1130889936969566_5604356398081232680_o

Gli alunni del Liceo “T. L. Caro” di Sarno (SA) che hanno seguito la Masterclass sono: Sara Bove, Daniela Riso, Francesco Squitieri, Giulia Squillante, Martina Annunziata, Noemi Ambrosio, Aniello Franzese, Autilia De Simone e Martina Celentano

14138766_1136909213034305_8251713060877386360_o

 

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook698Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Frequenta il liceo classico "T.L.Caro di Sarno". Una ragazza socievole e simpatica. Le piace scrivere, ma soprattutto leggere.