Peace of heART / Intervista a Lorenzo Basile

Rassegna d'Arte contemporanea

L’ART POUR L’ART

20107828_480897338912575_745527838_o

L’Università popolare – Polo Formativo della Città di Sarno, diretta dal Dott. Nicola Troisi, ha ospitato un nuovo magico evento.

Arte e Cultura: Peace of HeART.

Venerdì 14 Luglio 2016, il Vernissage. Sabato 22 luglio 2016, il Finissage.

Protagonisti gli Artisti e le loro favolose opere, dipinte nel nome della Pace.

L’organizzazione della Mostra è stata curata da MediaVox Magazine. Critico d’Arte: Dott.ssa Valentina Basile. Fotografie di Annalisa Vitolo. Hanno partecipato gli Studenti del Liceo “T.L.Caro” di Sarno.

 

Abbiamo intervistato l’Artista Lorenzo Basile, che è stato anche il coordinatore degli Artisti della Rassegna

Conosciamolo meglio attraverso le sue risposte alle nostre domande:

Illustraci la tua opera: ispirazione, tematica e tecnica

La mia opera nasce da un’urgenza emotiva o, per essere ancora più preciso, da una stratificazione di vissuti sedimentati nell’anima. Il tema dell’opera “l’incendio dell’anima” è appunto il sunto di questo processo creativo. La tecnica usata è l’acrilico su tela.

Come è nata la tua passione per l’arte?

Nasce dalla più tenera età. Infatti, fin da bambino ho prediletto prima il disegno, poi il colore e la forma, per comunicare i miei moti interiori. L’arte è la mia “parola colorata”, se posso dire così.

Come nascono le tue opere d’arte?

Nascono da un tumulto della mente e del cuore. In genere da qualcosa di vissuto remoto o attuale che ha necessità di venire alla luce. La genesi di questo “parto creativo” a volte è lunga e complicata, altre immediata. E’ sempre legata ad una mia visione del mondo o delle cose che accadono nel tempo attuale ( la guerra, le migrazioni, il dramma della fame, la violenza, ecc.).

Cose è per te l’arte?

L’arte per me è un’esigenza vitale, come respirare, mangiare, amare. Senza arte mi sentirei spento. L’arte, a mio avviso, ha anche una funzione sociale importantissima: è uno “strumento di guerra” ( cit. Picasso). L’arte è indubbiamente un elemento di rottura che determina nuovi equilibri. L’arte orienta il costume sociale ed è soprattutto la via della bellezza.

Secondo te come si valuta un’opera d’arte?

Dipende chi la valuta. I galleristi sono portati a giudicare le opere ed il loro valore, tenendo conto se l’artista è emergente o affermato. Per me l’opera d’arte ha sempre un valore intrinseco, a prescindere dall’autore, perché esprime la parte più profonda di un essere umano e quindi va sempre rispettata. Quando guardo un’opera mi approccio con questo “spirito emotivo” di rispetto. L’opera è la sintesi di un processo di bellezza, che però non tutti colgono allo stesso modo.

Parlaci un po’ di te…

Nasco a Sarno, in provincia di Salerno, dove tuttora vivo e lavoro. Comincio a dipingere in giovanissima età seguendo i canoni dell’arte figurativa. La mia produzione artistica, dopo diverse pause, dovute anche ai miei impegni nel sociale e nel volontariato, riprende nel 1992, periodo in cui frequento la scuola di pittura del maestro prof. Giuseppe Barbarulo, dal quale apprendo il rigore formale e l’equilibrio cromatico. Inizio, poi, un percorso di ricerca e sperimentazione ispirandomi alle più moderne “tendenze artistiche”: le mie opere risentono dell’influsso dell’espressionismo, dell’astrattismo e dell’informale. Ho partecipato a centinaia di Mostre collettive ( Milano, Roma, Napoli, Bergamo, Lecce, Salerno, Lodi, Verona, Palermo, Reggio Emilia, Benevento, Rimini, Enna, ecc. ecc. ) e a Concorsi dove ho ricevuto prestigiosi premi ( 1^ premio “Ottati nell’arte”, 2^ premio concorso di Arte sacra a cura della Pro Loco di Sarno, 1^ Premio XI Edizione Concorso Internazionale di Arte e Cultura – , 3^ Premio nella sezione Arte VI Premio Internazionale di Poesia,Narrativa, Arte promosso dalla rivista “Albatros 2008”- 1 premio “Arte in vetrina” città di Poggiomarino- anno 2008- – ecc. ). Ho organizzato Personali di Pittura, in Italia ( Cava dei Tirreni, Pagani, Sarno, S. Valentino Torio, ecc.) e all’Estero (Montevideo (Uruguay). Ho partecipato a collettive d’arte all’estero ( U.S.A., Francia, Brasile, Inghilterra, Portogallo, Marocco, Senegal, Emirati Arabi), raccogliendo consensi di pubblico e critica e ricevendo premi ed attestazioni di merito. Le mie opere, pubblicate in Cataloghi e Riviste d’eccezione, sono presenti in diverse Collezioni pubbliche e private e in diversi Musei. Sono stato recensito da importanti e qualificati critici d’arte: Angelo Calabrese, Luigi Crescibene, Oscar D’Ambrosio, Alberto Mirabella, Gianni Nappa, Anna Francesca Biondolillo, Antonio Caiazza, Carla Ferraris, Valentina Basile. Critiche e recensioni sono state pubblicate sui seguenti Giornali: “Cronache del Mezzogiorno”, “Il Mattino”, “Albatros Magazine”, “Euroarte”, “Boè”, “Eventi”, “Roma Cronache”, “La Città”, “Metropolis”, “Murales”, “Gazzetta di Aversa”, “L’Osservatore dell’Agro”, “Il Salernitano”, “Salernonotizie”, “Eco di Salerno”, “Napoli.Repubblica.it”, “Insieme”, “Colonnarotta.it”, “Politicadomani”, “Positanonew.it”, “Ephemerides”, “Ok Arte” di Milano, “Folha de SÃO PAULO,” Guia Da Folha”, “DentroSalerno.it”, “Androposin the world”, “La Voce della Carità”, “Napoli.com”, “Segni dei Tempi”, “Le Radici del Futuro”; “CasertaNews.it”, “Scafati in”, Mediavox Magazine.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook872Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Frequenta il liceo classico "T.L.Caro di Sarno". Una ragazza socievole e simpatica. Le piace scrivere, ma soprattutto leggere.