Peace of heART / Intervista a Anna Meglio

RASSEGNA D'ARTE CONTEMPORANEA

L’ART POUR L’ART

 

L’Università popolare – Polo Formativo della Città di Sarno, diretta dal Dott. Nicola Troisi, ha ospitato un nuovo magico evento.

Arte e Cultura: Peace of HeART.

Venerdì 14 Luglio 2016, il Vernissage. Sabato 22 luglio 2016, il Finissage.

Protagonisti gli Artisti e le loro favolose opere, dipinte nel nome della Pace.

L’organizzazione della Mostra è stata curata da MediaVox Magazine. Critico d’Arte: Dott.ssa Valentina Basile. Fotografie di Annalisa Vitolo. Hanno partecipato gli Studenti del Liceo “T.L.Caro” di Sarno.

 

Abbiamo intervistato l’Artista Anna Meglio

Conosciamolo meglio attraverso le sue risposte alle nostre domande…

Illustraci la tua opera: ispirazione, tematica e tecnica

La mia opera si chiama: “Risveglio”, simboleggia metaforicamente il mio risveglio rispetto al disegno, alla pittura e all’arte, che da tempo ormai avevo soffocato nel mio animo, perché troppo presa dalle vicissitudini della vita quotidiana. Questo quadro viene fuori dalla necessità di creare qualcosa di positivo di luminoso e di piacevole, da un momento di vita non troppo facile. La volontà di fondo è quella di trasmettere una sensazione di quiete, di serenità e di pace nel cuore di chi guarda, con la volontà di suscitare, la stessa emozione di beatitudine che si può provare quando si rivolge lo sguardo attraverso una finestra aperta sull’orizzonte e si può scorgere un’esplosione di colori vivaci e gioiosi, accostati delicatamente gli uni agli altri. La tecnica utilizzata è quella dell’olio su tela.

Come è nata la tua passione per l’arte?

Il ricordo che ho relativamente alla mia passione per il disegno risale ai tempi della scuola elementare, rammento con gioia che i miei piccoli “capolavori” erano l’orgoglio dalla mia maestra, da me tanto adorata. Ho sempre amato disegnare e mettere insieme i colori. Ho desiderato fortemente seguire la mia passione tanto da iscrivermi al liceo artistico, dove qui ho scoperto e amato la storia dell’arte; l’ho sentita subito una disciplina così tanto facile ed entusiasmante, un po’ mi faceva vivere la vita degli artisti creando a volte, con chi più vicino alla mia indole una grande empatia e un desiderio forte, ma vano di emulazione. Ho considerato tutti gli artisti studiati affascinanti e singolari nella specificità della loro arte e della loro essenza di esseri umani. Gli studi umanistici per molto tempo, mi hanno fatto guardare il mondo in modo ideale, fatto: di bellezza, di sentimenti puri, di alti valori civili morali e spirituali, ma poi con il tempo ho riscoperto che nel mondo e nella vita le cose vanno diversamente, perché sono evidenti tante brutture, forti contraddizioni, in quanto si parla tanto e si ascolta poco e sentimenti eccessivamente incoerenti.

Come nascono le tue opere d’arte?

Le mie opere nascono dell’osservazione degli aspetti più semplici della natura, ma anche da una riflessione profonda di ciò che l’essere umano è o può dimostrare di essere, in un continuo gioco tra verità e menzogna, tra ciò che realmente è, e ciò che appare indossando quotidianamente una propria maschera, per apprestarsi ad esibirsi sul palcoscenico della vita. Il mio guardare è uno scrutare le cose del mondo in modo attento, per poi incamerare ed interiorizzare delle forme, dei colori, delle espressioni che successivamente vengono fuori in un momento di “ispirazione” in maniera quasi inconsapevole ed estremamente personale.

Cose è per te l’arte?

L’arte è creazione. L’arte è presente in tutti i contesti della vita quotidiana; a volte quando si parla di arte e di artisti si pensa ai nomi illustri di scrittori: pittori, scultori e architetti famosi passati agli onori della storia, parte integranti delle più svariate correnti letterarie e artistiche, invece io penso, molto umilmente che l’arte sia rappresentata da ogni singola opera che l’essere umano riesce a realizzare; sia essa appartenente al mondo della pittura, della scultura dell’architettura, della poesia, della musica, della moda della cucina e a tanti altri campi della vita, dove l’artista “creatore”, mette in atto sé stesso il suo mondo interiore la sua capacità creativa ed emozionale, con la sola volontà di comunicare un messaggio all’intera comunità di appartenenza. Ogni opera d’arte è unica e irripetibile, perché in ognuna di essa confluisce l’essenza vitale stessa, di chi l’ha creata. L’arte ci circonda ci avvolge ed è vicina a noi più di quanto siamo in grado di percepirla.

Secondo te come si valuta un’opera d’arte?

Rispondere a questa domanda, mi crea un certo disagio, perché non sono un’esperta in materia e le cose che dico sono personali ed opinabili e fanno parte del mio pensiero in proposito. Penso che per la valutazione di un’opera occorrano dei criteri di base differenti a seconda che si tratti di un’opera astratta o figurativa. Tra i possibili criteri potrebbero rientrare i seguenti:

 

Parlaci un po’ di te…

Mi chiamo Anna Meglio, sono nata il 01/04/1973, abito ad Angri in provincia di Salerno. Sono un’insegnante d’italiano, presso l’Istituto comprensivo “M. Mascolo” di Sant’Antonio Abate. Amo molto il mio lavoro, essere a contatto con i ragazzi mi dà molte soddisfazioni, anche se non mancano a volte momenti di dispiaceri. Mi piace molto svolgere quest’attività, perché mi offre la possibilità di insegnare tante cose ai giovani e di infondere in loro il giusto senso critico, per affrontare la vita nel miglior modo possibile. La mia carriera scolastica mi ha permesso di raggiungere questo traguardo lavorativo. Sono stata sempre predisposta verso lo studio, ho frequentato la scuola elementare e la scuola media con tanta passione, nel mio paese. Successivamente mi sono iscritta al liceo artistico a Salerno, per seguire ciò che il mio cuore mi chiedeva di fare. Dopo la scuola superiore, in maniera molto razionale, mi sono iscritta all’Università degli Studi di Salerno frequentando la facoltà di lettere con indirizzo storico artistico, pensando che questo mi potesse garantire un lavoro sicuro, infatti così è stato. Attualmente sono un’insegnante felice di esserlo, con la passione per l’arte.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Frequenta il liceo classico "T.L.Caro di Sarno". Una ragazza socievole e simpatica. Le piace scrivere, ma soprattutto leggere.