BERNIERO: ritornare alla terra, riscoprirne la sacralità.

EBOLI (SA) / Domenica 19 e lunedì 20 novembre 2017, presso il Convento di San Pietro Alli Marmi: tutti insieme per vivere la bellezza della Storia.

Ritornare alla terra, riscoprirne la sacralità. Difenderne i frutti, custodendo ulivi millenari.

Domenica 19 e lunedì 20 novembre 2017, presso il Convento di San Pietro Alli Marmi in Eboli (SA), una Manifestazione da non perdere: sulle orme del compatrono della città, San Berniero, tutti i presenti risaliranno le colline per dare vita a un’iniziativa unica che si snoderà lungo un percorso incantenvole.

Dalla storia dell’agricoltura alla religiosità popolare, dall’archeologia all’antropologia, dalla produzione di olio a una rassegna di cortometraggi: il tutto alla riscoperta del Territorio.

Eventi aperti a tutti, con ingresso libero. 

LA STORIA DI BERNIERO

Berniero’ è un nome. È il nome di un uomo spagnolo che circa mille anni fa decise di lasciare tutto quello che aveva e di partire. Il suo cammino di fede e generosità terminò ad Eboli e a quella terra dove aveva ricevuto accoglienza lui offrì la sua ultima fatica. Lo spirito lasciò il suo corpo esanime e si trasferì nelle giare che cominciarono a riversare olio con eccezionale quantità. Il miracolo era compiuto. La forza e l’anima di Berniero, reso santo e patrono prima dall’acclamazione del popolo ebolitano, poi dalla Chiesa di Roma, erano diventate olio. Berniero aveva indicato ai posteri dove ritrovarlo. San Berniero, co-patrono di Eboli, è perennemente accanto agli ebolitani, è segno di una sacralità perenne: negli ulivi che disegnano le colline, nelle bottiglie di olio che si ergono a monumento sulle nostre tavole. Berniero, la terra, l’ulivo, l’olio: tutto questo è parte di una stessa sacralità. Dalla terra percorsa dal pellegrino che viene lavorata dai suoi piedi instancabili, fino all’ulivo che nel suo tronco contorto sembra assorbire le fatiche degli uomini trasformandolo in oro: l’olio: un miracolo. Un liquido d’oro che nasce da una pianta contorta e tormentata: questo colore non può essere altro che un segno di speranza. Ogni goccia molita è una goccia di speranza. La nostra speranza è che si verifichi anche un altro miracolo.

L’ASSOCIAZIONE “BERNIERO”

Sarebbe bello che le persone potessero ritornare alle colline, alla terra, a rispettarla. E allora non possiamo far altro che riprendere il cammino insieme a San Berniero, da quattrocento anni Santo, sul quale ci siamo un po’ tutti distratti. Ma il pellegrino ha la pazienza nel suo paradigma. E ci ha aspettato, nella cripta del Convento di San Pietro Alli Marmi, dove sono le sue reliquie. Ora vogliamo ritornare a ridargli fiducia, a ridargli fede. Siamo un gruppo di persone che si sono riunite in un’associazione e che hanno pensato ad un momento di incontro intorno ad un tema semplice: sacralità. In tutte le sue declinazioni. Sacralità è recupero del culto di San Berniero, co-patrono di Eboli Sacralità è difesa della terra, perché la terra è sacra. Sacralità è difesa degli ulivi, perché gli ulivi sono sacri. Sacralità è credere che il futuro possa ripartire dal recupero di gesti semplici. La casa di tutto questo è il Convento di San Pietro Alli Marmi in Eboli, provincia di Salerno, la stessa casa che diede accoglienza a San Berniero. Allora furono Benedettini, oggi Francescani. E all’Ordine dei Frati Minori Cappuccini siamo estremamente grati per la liberalità e l’apertura con cui hanno accolto e condiviso questo progetto, del quale essi sono parte fondante.

L’EVENTO ED IL PROGRAMMA

Domenica 19 e lunedì 20 novembre 2017 daremo vita ad un primo momento di sintesi di tanti argomenti: San Berniero, Convento di San Pietro Alli Marmi, alla storia dell’agricoltura, all’archeologia, all’antropologia, produzione di olio, lavorazione delle olive e dei suoi derivati, rassegna di cortometraggi, interviste, religiosità popolare. Gli abitanti di Eboli potranno riprendere il rapporto con il proprio co-patrono e portare le loro esperienze, anche raccontandole su questa pagina, e tutti coloro che vogliano avvicinarsi o sono sensibili al mondo dell’olio, dell’ulivo e che sentono la terra come proprio elemento. Praticamente stiamo parlando di tutti noi: gente del Mediterraneo. San Berniero è uno soltanto, ma chiunque può essere Berniero. Incontriamoci, venite, risalite le colline!

Domenica 19 Novembre

08,00 Raccolta delle olive
09,30 Santa messa
11,00 Storia medievale, storia dell’agricoltura
– Antonio Tagliente, Università di Salerno
‘Ex illustri prosapia: San Bernerio tra agiografia, culto e territorio’
– Franco Manzione, Archivista
‘Il territorio agricolo di Eboli nei documenti dell’Archivio di Salerno’
16,00 Mediterraneo. Archeologia e Antropologia
– Benedetto Giacobbe, Archeologo, ‘L’ulivo e l’olio e nel temenos greco dall’VIII secolo a.C. al II secolo d.C.’
– Simone Valitutto, Antropologo, ‘Il cammino silenzioso’

Beppe Barra e Paolo Sgroia, ‘San Berniero nella cultura popolare ebolitana’
18,00 Santa Messa
19,30 Paolo Pisanelli, Archivio Cinema del reale
Rassegna cinematografica. ‘L’olivo. La terra. Gli uomini’. ‘Paese degli olivi’, Italia 1954, 10’ b/n, regia di Adriano Barbano. ‘Tempo di raccolta’, Italia 1966, 16’ colore, regia Luigi di Gianni. Il sibilo lungo della taranta’ – Italia 2006, 60′, colore, regia Paolo Pisanelli

Lunedì 20 novembre
08,00 Raccolta delle olive e laboratori didattici
09.30 “Ritorniamo alla terra’. Introduzione
– Massimo Cariello, Sindaco di Eboli
– Laura Cestaro, Dirigente Istituto Agrario-Industriale ‘Fortunato-Mattei’ di Eboli
“Ritorniamo alla terra’. Convegno
– Marco Boschini, Festival della Lentezza De.Co. e ‘Comuni virtuosi’
– Giorgio Monti, sindaco di Mezzago (Mb) De.Co ‘Asparago rosa’
– Luca Mascolo, sindaco di Agerola (Na)
De.Co. ‘Pane Biscottato, Tarallo, Pera Pennata, Pomodorino, Salumi’
Approfondimento con
– Luciana Squadrilli
– Cooperativa ‘Nuovo Cilento’ di San Mauro Cilento (Sa)
– Rosa Pepe, Istituto CREA di Pontecagnano
15.00 ‘Amore sciolto e traboccante’
– Don Gianluca Cariello
16.00 ‘Camminanti’
– Vinicio Capossela e Giovannangelo De Gennaro, dialogo con Benedetto Giacobbe
18.00 Santa Messa e benedizione dell’olio
19,30 Paolo Pisanelli, Archivio Cinema del reale

Rassegna cinematografica ‘L’olivo. La terra. Gli uomini’ ‘Cristo non si è fermato a Eboli’- Italia 1952, 10′, colore regia Michele Gandin. ‘Vigilia di mezza estate’, regia di Gian Vittorio Baldi, Italia 1958, 10’, colore. ‘I dimenticati’, Italia 1959, 16’ colore, regia di Vittorio De Seta. ‘La passione del grano, regia di Antonio Michetti – Lino Del Fra, Italia 1960, 10’, colore. ‘Il popolo degli ulivi’, Italia 2015, 7’, colore, regia Officina Visioni, a cura di CSV Salento e Archivio Cinema del Reale. Installazioni, attività di produzione e laboratori / 19-20 novembre, Convento di San Pietro Alli Marmi: chiostro, uliveto superiore, uliveto inferiore. Gente, arte e artigianato.

Sacragente. Descrizione: è il racconto, sotto forma di interviste, di un rapporto tra le persone e gli ulivi, tra la gente e la sacralità della terra. Le interviste saranno parte di un allestimento che proietterà continuamente i racconti in una sala dedicata.
L’albero della civiltà. Descrizione: l’ulivo nel racconto dell’arte dal VI a.C. al XIX secolo, l’installazione avrà uno spazio dedicato.
Bibliotheca. Descrizione: una visita guidata alle meraviglie della biblioteca del Convento di San Pietro Alli Marmi
Mai muore. Descrizione: esposizione di arte e artigianato artistico con opere ricavate anche dal legno degli ulivi bruciati dagli incendi.
Raccolta delle olive. Descrizione: la raccolta si svolgerà nelle ore di luce a partire dalle 8.00 del 19 e 20 novembre.

Per magiori info sull’evento e per tutti gli aggiornamenti, clicca QUI 

La foto è tratta dalla pagina Facebook ufficiale di “Berniero”, clicca QUI

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook625Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Raffaele Di Matteo, dopo la Maturità classica, consegue la Laurea quadriennale in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Salerno, discutendo la Tesi in Istituzioni di Diritto Pubblico, dal titolo “Diritto dell’informazione radio-televisiva e nuove tecnologie”. Diventa Avvocato, penalista e civilista, specializzandosi nelle materie che interessano il diritto penale, tributario, di famiglia e di lavoro. Coltiva sempre la sua passione per la scrittura e per il giornalismo e tiene rubriche di diritto per vari periodici. Viene accreditato ad importanti ed internazionali Eventi come, ad esempio, il Festival di Sanremo 2015, l'Ischia Film Festival, il Taormina Film Fest e l'Italian Movie Award. E' Presidente dell'Associazione culturale "Mediavox" dal 2012 e Direttore editoriale della Testata Web "MediaVox Magazine" dal 2015.