Sanremo 2018

Poche ore all'inizio della prima puntata

Ci siamo. Mancano poche ore e la sessantottesima edizione del Festival della canzone italiana aprirà i battenti dal classico, tradizionale, Teatro Ariston in Sanremo.

Tutto è pronto, quindi. Con il cantante Claudio Baglioni, nella veste di Direttore artistico, a fare da padrone di casa insieme a Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Un trio particolare che è già riuscito a conquistare il pubblico.

Attesi i big che si daranno battaglia per la vittoria finale. Una battaglia a suon di note, che avrà inizio martedì 6 febbraio e durerà fino a sabato 10 febbraio. Insomma, i cinque giorni canoni di una kermesse musicale, che, nonostante sia stata oggetto di feroci polemiche per le canzoni proposte e per il problema dell’audience, è sempre riuscita ad attirare comunque l’interesse di tutti.

Ecco i 20 big: Annalisa, Enzo Avitabile, Luca Barbarossa, Mario Biondi, Giovanni Caccamo, Red Canzian, Decibel, Diodato e Roy Paci, Elio e le storie tese, Roby Facchinetti, Max Gazzè, The Kolors, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Noemi, Ron, Renzo Rubino, Lo Stato Sociale, Ornella Vanoni, Le Vibrazioni e Nina Zilli. Chi sarà il vincitore?

Nell’ambito degli ospiti il cast è davvero d’eccezione. Rimanendo in ambito nazionale: Laura Pausini, Giorgia, Gianna Nannini, Fiorello, Nino Frassica, il trio Pezzali-Renga-Nek, Gino Paoli, Il volo e Piero Pelù… Togliendo l’attore, che interpreta Don Matteo, e lo showman, Fiorello, è davvero un vero peccato che tutti gli altri non partecipino alla gara. Tantissimi anche gli ospiti internazionali molto apprezzati.

Si spera, dunque, che tutti questi “supernomi” riusciranno ad attirare molto pubblico, se è possibile, anche rispetto alle precedenti edizioni. Con l’augurio che anche le canzoni, alla fine del Festival, possano rimanere fissate nella memoria di noi tutti. Difatti, fino a pochi anni fa alcune canzoni venivano ricordate anche dopo la settimana festivaliera, sebbene solo canticchiate, magari distrattamente. Segno, questo, forse, ancor più singolare del fatto che restavano impresse nell’immaginario collettivo.

 

Le fotografie sono scattate per MediaVox Magazine

dal fotografo Carlo Pane della ProAudio Srl Foto Video

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Laureato in Giurisprudenza nel 2012. Da sempre appassionato di cinema e serie tv. Frequenta il corso di giornalismo cinematografico della Scuola di cinema ‘Immagina’ a Firenze, diretto dal giornalista Giovanni Bogani. Di recente ha pubblicato con la casa Editrice Print Art il suo primo romanzo ‘La Notte di Mustang’.