Presentato a Cava il romanzo “La Città che urla segreti”

Eventi/ Mediateca MARTE

In un Incontro, organizzato dall’Associazione IRIDE, Franco Salerno, accompagnato dai ritmi folk di Ugo Maiorano, ha presentato, con grande successo, il suo romanzo, commentato con un originale booktrailer degli studenti liceali

Un vero Evento culturale, spettacolare e originale, eccellentemente curato a Cava de’ Tirreni dall’Associazione IRIDE, è stata la Presentazione, il 24 febbraio, del romanzo “La città che urla segreti” di Franco Salerno (Guida editori), un thriller storico ambientato nella Napoli misteriosa. Location raffinata ed accogliente: la Mediateca “MARTE. E’ stato il primo Incontro della Rassegna “Campania d’Autore”, organizzata con il patrocinio del Comune di Cava de’ Tirreni ed in collaborazione con il Liceo Scientifico “Genoino” (Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Olmina D’Arienzo) e l’IIS “Della Corte-Vanvitelli” di Cava.

La vicenda del romanzo vede un antropologo napoletano, Giacomo De Marinis, coinvolto nella ricerca di quattro “codicilli” che contengono segreti e profezie sul destino del mondo. Tra sorprese e colpi di scena, tra delitti e storie d’amore, tra fantasmi e raccapriccianti dipinti, la trama si svolge in maniera travolgente e avvincente, snodandosi nei siti della Napoli misteriosa. E così si insinua una strana intesa fra autore e lettore, il quale si sente protagonista delle vicende. Per lui sarà come assistere a un film noir, il cui finale lo lascerà sorpreso e spiazzato.

 L’opera ha avuto un successo crescente di pubblico e di critica. Tra tutte le recensioni ricevute, svetta quella del Prof. Franco Cardini, storico e scrittore di fama internazionale, che, in un rigoroso e affascinante articolo pubblicato su “Avvenire”, ha analizzato a fondo il romanzo, elogiandone lo «stile nuovo e inatteso, tra l’ironico e il realismo magico: qualcosa che lo pone quasi a mezza strada tra Andrea Camilleri e Michail Bulgakov».

 L’incontro, aperto dalla vulcanica e manageriale Presidentessa dell’”Associazione Iride Arch. Maria Gabriella Alfano, è proseguito con i saluti istituzionali dell’Ing. Giuliano Galdo, delegato dal sindaco, e delle Professoresse Antonella Galdi e Angela Di Gennaro per i due Licei. Il pubblico, costituito anche da molti giovani, ha attentamente ascoltato le coinvolgenti letture di Giuseppe Basta e i magistrali ritmi folk della chitarra e della tammorra del Maestro Ugo Maiorano, che hanno commentato i passi apicali del romanzi con l’esecuzione di brani poco noti del repertorio del folk campano, tesi a proporre una Napoli non violenta, né olegrafica, ma misteriosa e dolente. Bravissima anche la conduttrice della serata, la Dott.ssa Imma Della Corte, che ha collegato in maniera elegante le varie fasi dell’Incontro. Franco Salerno, avvalendosi della sua esperienza di docente di Italiano e Latino al Liceo e di Linguaggio giornalistico all’Università di Salerno, autore di due storie della Letteratura Italiana e di un commento integrale alla “Commedia” dantesca, ha ammaliato il pubblico rispondendo alle varie domande rivoltegli con le sue suggestive interpretazioni, che hanno spaziato da riferimenti al mondo classico all’antropologia, dalla letteratura alle scienze della comunicazione.

 Ha impreziosito ulteriormente la serata l’eccezionale booktrailer degli studenti della VE del “Genoino”, coordinati dalla prof. Angela Di Gennaro, che hanno in maniera fantastica utilizzato il linguaggio multimediale, cogliendo e comunicando in pochi minuti l’essenza del romanzo.

 L’autore, entusiasta del booktrailer, che arricchisce il suo rapporto con le sue giovani generazioni, ha assicurato che proporrà nelle prossime Presentazioni e nei Festival letterari, questo video, esempio di una nuova e sorprendente modalità di interpretazione critica di un testo.

Guarda la photogallery dell’Evento a cura di Angelo Franzese e Mariano Franzese, clicca QUI

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Raffaele Di Matteo, dopo la Maturità classica, consegue la Laurea quadriennale in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Salerno, discutendo la Tesi in Istituzioni di Diritto Pubblico, dal titolo “Diritto dell’informazione radio-televisiva e nuove tecnologie”. Diventa Avvocato, penalista e civilista, specializzandosi nelle materie che interessano il diritto penale, tributario, di famiglia e di lavoro. Coltiva sempre la sua passione per la scrittura e per il giornalismo e tiene rubriche di diritto per vari periodici. Viene accreditato ad importanti ed internazionali Eventi come, ad esempio, il Festival di Sanremo, l'Ischia Film Festival, il Taormina Film Fest e l'Italian Movie Award. E' Presidente dell'Associazione culturale "Mediavox" dal 2012 e Direttore editoriale della Testata Web "MediaVox Magazine" dal 2015.