Fermare il Bullismo  a suon di musica

I ragazzi dell’ITIS BARSANTI di Pomigliano D’arco, dicono no al Bullismo con canti, balli e musica.

Grande successo per la Manifestazione svoltasi in occasione della giornata contro il Bullismo, organizzata sabato 24 febbraio 2018, presso l’Istituto tecnico “Barsanti” a Pomigliano D’Arco (NA).

Spazio e voce ai ragazzi: questo lo scopo degli organizzatori, del Dirigente scolastico Dr. M. Rosario Ponsiglione e del Comitato Ad Astra presieduto dalla Dr.ssa Giovanna Passariello.

Gli alunni sono stati guidati ed incoraggiati in maniera eccelsa dalla attivissima prof.ssa Maria Raia, dal prof. C. Rea, dal prof. Francesco Romano. Hanno organizzato uno spettacolo emozionante per gridare “NO al Bullismo”; fenomeno che, negli ultimi mesi, ha flagellato la città di Pomgliano D’Arco e non solo.

La bravura degli alunni delle classi 3G, 4C, 5E e 3I ha incantato gli illustri relatori presenti.

Michele Ciappa, alunno della classe 5G, ha presentato i suoi compagni che hanno aperto la giornata con un cortometraggio degli studenti della 3°G, enfatizzato da una canzone scritta da loro e cantata egregiamente insieme alla 4C dal titolo “Adesso Basta”.

Bello il balletto di Rebecca Di Maio sulle note del brano “River”, con una suggestiva coreografia della prof.ssa Nunzia Tondolo: hanno rappresentato una sorta di pentimento di un ragazzo che aveva bullizzato una giovane studentessa.

Emozionante Ignazio Crisci della 5E che ha cantato il brano “Esseri Umani”: trovare il coraggio di denunciare e non piangere in silenzio. Crisci, accompagnato dal prof. Rea, ha anche interpretato la canzone “Mane e Mane” di Enzo Avitabile. Invece, l’alunno della 2M, Saverio Santagata, ha cantato “All of me”.

Toccante il cortometraggo della 4°L ed allegro e frizzante “Let’s get loud” ballato dai ragazzi in chiusura.

Consensi per il talento del giovane chitarrista Davide Ferrara che ha eseguito un flamenco; apprezzata la presenza del giovane campione di Taekwondo, sempre alunno del “Barsanti”, Germano Barba: egli ha esortato i suoi compagni di scuola e fare sport, perché fa bene al corpo e allo spirito.

Autorevolissimi i relatori intervenuti.

Ottavio Lucarelli, il Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Regione Campania, ha parlato della funzione dell’informazione nella sensibilizzazione della gente. Per la risoluzione del problema del Bullismo serve se un forte supporto da parte dei genitori, dei docenti e delle Istituzioni.

Tommaso Angeloni, il Capitano della Caserma dei Carabinieri di Castello di Cisterna, protagonisti dell’arresto della baby gang responsabile delle ultime aggressioni a Pomigliano, ha ancora una volta esortato i ragazzi a collaborare, denunciando e segnalando gli atti di bullismo che incontrano.

Honorè Dessi, Magistrato,  ha descritto l’atteggiamento dei “bulli” quando si trovano faccia a faccia con la “legge”, la paura e, qualche volta, il pentimento. Ma il magistrato ha voluto precisare che la nuova Legge contro il Bullismo vuole soprattutto prevenire questi atti e recuperare i ragazzi con evidenti disturbi comportamentali attraverso progetti ed interventi corali.

Quando parliamo di “fare” e non solo di “parlare” non può mancare la presenza di Carmine De Pascale, Generale e Consigliere Regionale, molto atteso dai giovani studenti. Il Generale aveva già incontrato gli alunni dell’Istituto in un precedente Convegno sul Bullismo svoltosi all’Aeroporto militare di Capodichino: i ragazzi, molto attenti, sono rimasti colpiti dal racconto della formazione scolastica del Generale, partita proprio da un Istituto tecnico. Forte il suo messaggio di non mollare mai e di studiare sempre: lo studio è l’arma più affilata per combattere e per trovare il proprio gratificante posto nella Società. Il Consigliere Regionale è relatore e firmatario della prima ed unica Legge Regionale contro il Bullismo e Cyberbullismo. Egli insiste da molto tempo ormai sull’importanza di mettere in campo idee forti per arginare la dispersione scolastica; una serie di incontri presso le scuole più sensibili a tali tematiche, con personaggi famosi, imprenditori, personaggi importanti che si sono formati con sacrifici e lunghi studi e possano fungere da motivatori. Le statistiche, infatti, dimostrano che il 24% sono ragazzi che hanno abbandonato gli studi sono più inclini a forme di bullismo e violenza.

Il Dirigente scolastico Prof. Ponsiglione ha ringraziato tutti gli ospiti in Sala, tra i quali il Sindaco Dr. R. Russo, i soci dell’associazione “Mente e coscienza” del Dr. Nicola Toscano, il Parroco della Chiesa di SS. Maria del Rosario Don Aniello Tortora e molti altri che hanno dato lustro alla giornata.

 Articolo di Giovanna Passariello

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook898Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

MediaVox Magazine - La Cultura da condividere. Rivista culturale on line, regolarmente registrata presso il Tribunale di Nocera Inferiore. Sito Web: www.mediavoxmagazine.it Pagina Fan-Facebook: https://www.facebook.com/mediavoxmagazine/