MAGARI DOPO

ROMANZO D’ESORDIO DI GIUSEPPE ASTARITA

La vita più bella non è quella che abbiamo conosciuto, ma è quella che ancora deve venire’. Con le parole di Giacomo Leopardi si è presentato al pubblico l’esordiente scrittore Giuseppe Astarita, docente del Liceo Scientifico ‘Sensale’ di Nocera Inferiore, con un’opera autobiografica, intitolata ’Magari dopo’, edita dalla Print Art Edizioni di Massimo Boccia.

 Il romanzo d’esordio è stato presentato ufficialmente allo ‘Sporting Club Casinò Sociale’ di Nocera Inferiore, in collaborazione con l’Associazione culturale ‘La Sfinge’ di Nocera Inferiore, per il secondo appuntamento della Rassegna ‘Incontro con l’Autore’.

 Ad introdurre il neo-scrittore diverse personalità del mondo della Scuola, che si sono avvicendate durante i singoli interventi. La moderatrice della serata è stata Concetta Citarella, docente del Liceo Scientifico ‘Sensale’, i lettori Valerio D’amico e Maria Laura Vigliar e la relatrice Emma Tortora, Dirigente scolastico. L’ultimo intervento è stato effettuato dal dottor Giuseppe Mascolo. Senza dimenticare il contributo musicale da parte di due giovani talenti: Pierluigi Labraca ed Alessandro Saturno.

 Il romanzo di Giuseppe Astarita è un lungo viaggio nella memoria dell’autore medesimo, dai primi anni di vita, quelli della gioventù, fino ad oggi; periodo in cui si sono susseguiti diversi eventi significativi che hanno assunto nel tempo il sapore d’indelebili ricordi dolci ed amari.

 Questo viaggio si dipana attraverso 21 capitoli che rappresentano piccoli aneddoti e semplici spaccati di vita di un uomo, che, nel tentativo di raggiungere ‘il posto al sole’, espressione con il quale lo stesso autore identifica il posto di lavoro e quindi il raggiungimento di un obiettivo, ha dovuto sudare, e non poco, per arrivarci rispetto agli altri.

 La conquista del posto al sole è intesa come una perfetta metafora che, soprattutto in relazione ai tentativi posti in essere per raggiungere la sicurezza economica, appare fortemente connessa non solo con le parole di Giacomo Leopardi, ma anche con il titolo stesso del romanzo.

 ‘Magari dopo’, infatti, è la speranza -che ognuno di noi, nella vita, possiede e deve possedere, quando le cose non si incastrano nel modo giusto- in qualcosa che ci dia la forza di andare avanti e di convincerci che, nel raggiungimento di qualsiasi scopo, il tentativo successivo sia quello giusto.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook896Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Laureato in Giurisprudenza nel 2012. Da sempre appassionato di cinema e serie tv. Frequenta il corso di giornalismo cinematografico della Scuola di cinema ‘Immagina’ a Firenze, diretto dal giornalista Giovanni Bogani. Di recente ha pubblicato con la casa Editrice Print Art il suo primo romanzo ‘La Notte di Mustang’.