IL MARE

ETIMOLOGIA DELLA PAROLA MARE

 Il mare. Chissà quante volte ci siamo fermati ad osservarlo ed a rimanere incantati dal suo fascino? Soprattutto all’imbrunire…

 Di sicuro una infinità di volte. Lo abbiamo contemplato e, nello stesso tempo, ci ha fatto tremare quando si è mostrato agitato.

 Inconsciamente ci ha fatto riflettere su tanti aspetti della nostra vita personale. In alcuni momenti, ci ha portato un sorriso spensierato; altre volte, ci ha fatto venire la malinconia.

 Ma, nel guardarlo, anche seppur distrattamente per una rapida occhiata, ci siamo mai chiesti quale sia l’etimologia della parola MARE?

 E’ pacifico che il vocabolo indica una vasta distesa d’acqua che copre la superficie terrestre. Il termine sembrerebbe derivare, in primis, dalla parola marmo. L’etimologia di questo vocabolo presenta una duplice radice linguistica: latina e greca; un classico, si potrebbe aggiungere. Le parole sono marmaros dal greco e marmor dal latino. Entrambi i termini deriverebbero, a loro volta, da marmairo. Quest’ultimo avrebbe un significato ben preciso: scintillo.

 Molto accreditata è anche l’origine sanscrita, ancora più antica. Sarebbero ravvisabili due radici lessicali identiche nella composizione e, al tempo stesso, differenti, nella mera accezione. La prima è semplicemente mar che, nella traduzione in italiano è morire: il mare è, dunque, un luogo non fecondo e privo di vegetazione. Se, invece, prendiamo in considerazione la seconda radice, màr, dobbiamo constatare che si rinvia proprio alla parola marmo. Quindi, scintillante o splendente.

 A noi, senza dubbio, piace prendere in considerazione quest’ultima accezione.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook921Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Laureato in Giurisprudenza nel 2012. Da sempre appassionato di cinema e serie tv. Frequenta il corso di giornalismo cinematografico della Scuola di cinema ‘Immagina’ a Firenze, diretto dal giornalista Giovanni Bogani. Di recente ha pubblicato con la casa Editrice Print Art il suo primo romanzo ‘La Notte di Mustang’.