I CAROSUONI BAND E IL LORO CONTINUO OMAGGIO A CAROSONE

Musica/Eventi

 Renato Carosone e le sue canzoni.

È stato questo il tema della serata musicale del 7 settembre proposto dalla ‘Carosuoni Band’ del Maestro di musica Mario Alfano a Nocera Inferiore.

 Uno spettacolo nello spettacolo, che ha permesso, contemporaneamente, di far ritornare indietro di qualche lustro coloro che quell’epoca se la ricordano e di far scoprire, ai più giovani, un artista un po’ lontano nel tempo.

 Ma le canzoni di Renato Carosone, scomparso il 20 maggio del 2001, hanno oltrepassato di gran lunga i confini del tempo. Hit musicali come: “Tu vuò fa l’americano”, “Chella là”, “’O sarracino”, “Pigliate ‘na pastiglia” e “Torero”. Tutti brani diventati dei veri tormentoni che ancora adesso, più che canticchiare, intoniamo quasi distrattamente nel corso della giornata. Ma questi sono solamente alcuni dei titoli proposti in piazza.

 Il Maestro Alfano ha rilasciato alcune dichiarazioni, insieme al cantante José, in cui dichiara l’importanza di Renato Carosone nella sua vita: “Mi sono ispirato a lui. Mi è piaciuto da subito il suo estro musicale, la sua genialità e ho anche avuto il piacere e la fortuna di incontrarlo durante un suo spettacolo anni fa”. Anche José afferma più o meno la stessa cosa: “Da piccolo non sono cresciuto con le canzoni relative al chicco di caffè che si cantavano ai bambini, ma con le canzoni di Renato Carosone”. Durante la breve intervista i due componenti della band annunciano anche una grossa sorpresa, che sul palco si materializza nella figura di Flavio Fierro; figlio dell’indimenticato Aurelio Fierro che è salito sul palco per cantare ‘Scapricciatiello’, un classico del padre Aurelio Fierro.

 Il pubblico presente in piazza si è divertito e, inoltre, grazie alle doti pianistiche del M° Mario Alfano e le doti vere da showman di Giuseppe Vitale, in arte Josè appunto, ha anche potuto immergersi nell’atmosfera dell’epoca in cui vennero composte le canzoni. In un momento dello spettacolo è stato fatto anche un omaggio a Jerry Lewis, richiamando la scena della macchina per scrivere ma con pianoforte; un omaggio a Domenico Modugno.

 Ma, oltre al M° Alfano e Josè, è giusto, doveroso segnalare le due vocalist della band Manuela e Rosaria ed infine anche il giovanissimo talento Salvo che con la sua carica da rapper ha, anche lui, esaltato la piazza. Di questo giovane talento ne sentiremo parlare ancora per molto. Come sentiremo parlare ancora per molto di tutta la ‘Carosuoni band’. Anche se nata da soli due anni, come costola della vecchia Alphasound proprio per omaggiare il grande artista napoletano, è già realtà.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook916Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Laureato in Giurisprudenza nel 2012. Da sempre appassionato di cinema e serie tv. Frequenta il corso di giornalismo cinematografico della Scuola di cinema ‘Immagina’ a Firenze, diretto dal giornalista Giovanni Bogani. Di recente ha pubblicato con la casa Editrice Print Art il suo primo romanzo ‘La Notte di Mustang’.