RICORDO INDELEBILE

IN RICORDO DI CORRADO RUGGIERO

Presso la Biblioteca Comunale di Nocera Inferiore, in data 27 settembre 2018, si è svolto, in presenza di amici e parenti ma anche con la partecipazione delle autorità cittadine rappresentate dal Sindaco Manlio Torquato e dall’Assessore alla cultura e alle attività giovanili Federica Fortino, un sentito omaggio allo scrittore ‘nucerinese’, come amerebbe definirsi, Corrado Ruggiero, di cui in questi giorni cade anche la ricorrenza del compleanno.

In questo sentito omaggio in cui sono intervenuti, come detto, amici e colleghi come il Prof. Bernardo Spera, il Prof. e mediatore della serata Raffaele Montoro e la Prof.ssa Pina Esposito, introdotti dalla Direttrice della Biblioteca, Nicla Iacovino, sempre attiva in questo tipo di manifestazioni. I due relatori hanno introdotto, i presenti nella sala della biblioteca, nel mondo dello scrittore scomparso con estrema passione ed accuratezza.

Sottolineando, soprattutto, il linguaggio descrittivo cercato, migliorato e mostrato nei cinque romanzi che lo stesso autore locale ha realizzato dal 2001 al 2009. Un linguaggio non banale e superficiale ma, precisamente, voluto per lasciare ai posteri la conoscenza del dialetto della città. Ciò che è stato affermato, giustamente, è che con ‘Rossa Malupina’, racconto d’esordio di Corrado Ruggiero, lo stesso autore ha voluto porre le basi per il vero e proprio romanzo che sarebbe arrivato di li a qualche anno più tardi. Difatti il racconto d’esordio, per ogni prima pubblicazione di ogni scrittore, è quasi sempre inteso come romanzo di formazione.

I titoli dei cinque romanzi sono: ‘Rossa Malupina’; ‘Ballata Nucerinese’; ‘Nocera Nuova York’; ‘Gennarina’, con il quale riuscì a vincere il Premio Palmi e ‘Verso sera’. Durante il dibattito sull’autore è stato oltremodo precisato che, in tutte le cinque opere di Ruggiero, invece di parlare, di analizzare i vari personaggi delle sue storie, i quali comunque sono fondamentali, la discussione si è soffermata su un unico personaggio di tutte e cinque le storie pubblicate: Nocera Inferiore ed in particolar modo il quartiere di ‘Pietraccetta’, da ciò si evince una notevole nostalgia ed attaccamento dell’autore verso la città. Nostalgia emersa, soprattutto, per la lontananza dovuta a motivi di lavoro.

Erano presenti all’incontro anche i figli e la moglie dello scrittore scomparso nel 2011. Infine si è anche discusso della possibilità di reintrodurre il premio letterario in suo nome, la ci ultima edizione risale al 2012

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook921Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Laureato in Giurisprudenza nel 2012. Da sempre appassionato di cinema e serie tv. Frequenta il corso di giornalismo cinematografico della Scuola di cinema ‘Immagina’ a Firenze, diretto dal giornalista Giovanni Bogani. Di recente ha pubblicato con la casa Editrice Print Art il suo primo romanzo ‘La Notte di Mustang’.