Bicentenario della Provincia di Caserta

1818-2018: l’importanza non simbolica ma strategica di trasmettere le nostre radici alle nuove generazioni.

Sabato 15 Dicembre – grande successo, presso il Teatro Comunale “Costantino Parravano” nella centralissima Via Mazzini di Caserta, per lo spettacolo in onore del bicentenario della Provincia di Caserta, città campana nota soprattutto per la sua imponente Reggia Borbonica, per il Belvedere reale di San Leucio e per l’Acquedotto Carolino.

Caserta dal 1997 è inserita nel patrimonio dell’umanità dell’Unesco e in ogni angolo delle sue storiche vie si può sentire la sua aurea storico culturale di gran rilievo.

Abbiamo raggiunto telefonicamente l’Assessore alla cultura Tiziana Petrillo la cui proposta di istituire il giorno 15 Dicembre come “la giornata della città” è stata approvata dalla Giunta Comunale.

All’assessore ed Ing. Petrillo, che ha fortemente voluto questa iniziativa, abbiamo chiesto se, a suo avviso, è possibile per i nostri ragazzi il recupero e la trasmissione delle nostre radici. Ecco il suo commento: “Certo che è possibile e ne sono fermamente convinta. Ovviamente il recupero va guidato, sostenuto, incoraggiato e mantenuto nel tempo. Questo il ruolo a cui siamo chiamati tutti; il nucleo primario, cioè la famiglia, e poi il secondo, quello più esteso e complesso: società e istituzioni. Per quanto mi concerne, credo fermamente che la cultura sia la strada maestra da imboccare e percorrere. La storia di Caserta merita ascolto, conoscenza e diffusione. L’importanza strategica e non simbolica di questo evento che ho fortemente voluto (e per il quale ringrazio il Sindaco e l’intera squadra di governo per il sostegno) è indossare con orgoglio il vestito di città capoluogo. Mi auguro che questa sia l’occasione per i giovani di riscoprire l’orgoglio della casertanità, il senso di appartenenza e che da questa giornata partano tante altre iniziative con accanto scuole e istituzioni.”

Dalle parole dell’assessore emerge l’importanza di rendere i ragazzi partecipi e consapevoli della loro appartenenza alla loro storica città riaccendendo l’amore per la loro terra ricordando che essa è Capoluogoun ruolo di traino e guida dell’intera area ecco perché si celebrerà il bicentenario con musica, inno di Caserta (opera di Francesco Marchesiello), con performance teatrale (Fabrica Wojtyla) e tutti gli elementi necessari per creare una pagina di storia che parli di ricrescita, riscatto e rilancio.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook953Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Laureata in Lettere - Indirizzo Moderno presso l’Università ‘Federico II’ di Napoli, è responsabile sales e marketing presso una importante azienda metalmeccanica. Dal maggio 2018, è Giornalista Pubblicista e collabora con ‘Mediavox Magazine’. Dal settembre 2016, è presidente del Comitato di volontariato ‘Ad Astra’ occupandosi dell’organizzazione di eventi culturali come mostre, convegni e conferenze, tra i quali: in tema di prevenzione dei tumori, la mostra fotografica ‘Scars of life’ presso l’Ospedale ‘Cardarelli’ di Napoli (marzo 2018) e presso il Consiglio Regionale della Campania (maggio 2018); il convegno ‘Cyberbullismo e bullismo’ – azioni di prevenzione e contrasto’, il convegno ‘Idee e strategie per abbattere la dispersione scolastica’ presso il Comando Aereoporto Militare di Napoli ‘Ugo Niutta’.