UNA VITA INTERA DEDICATA ALLA PREGHIERA ED ALLA MUSICA

PADRE ALFONSO VITALE

“Non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo”, con questa massima di una scrittrice sudamericana si apre il volume monografico dedicato a Padre Alfonso Vitale, intitolato: ‘Alfonso Vitale – Musicista e Redentorista’. Un lungo viaggio, quindi, nella memoria composto da aneddoti ed interventi di persone che lo hanno conosciuto e stimato; i quali in queste ben 172 pagine lo hanno descritto come una persona umile e con un’ampia conoscenza musicale.

Padre Alfonso Vitale salì alla ‘Casa del Padre’ il 19 Marzo del 2018. Da poco aveva compiuto i suoi 81 anni. In fondo, scoprendo anche solo per curiosità, tra le pagine di questo particolare libro e senza esagerare, non è la prima volta che si è cercato, fra le personalità ecclesiastiche e non che hanno partecipato a tale ricordo congiunto, di pubblicare una sua biografia.

E’ la stessa curatrice del testo, Giuseppina Crescenzo, a rivelarlo nella sua nota introduttiva. Quando si stava per realizzare questa possibilità, Padre Alfonso Vitale si avviava verso le ottanta primavere; era nato il 5 Gennaio del 1937. Il libro, nella sua essenza, venne si realmente completato, ma mai pubblicato.

In effetti si pensava, durante la lavorazione, che le opere del padre redentorista fossero facili da trovare e da elencare. Non fu così, anzi. Ne sono state trovate e raccolte ben 467 tra brani musicali, inni, canti, elaborazioni per banda, didattica e tanto altro ancora. Alcune di esse sono state concepite insieme a padre Paolo Saturno, uno dei suoi più grandi amici. Anche lui, in questo testo, ha lasciato un suo personale contributo con un ulteriore capitolo introduttivo.

Gli altri contributi sono di Padre Serafino Fiore, Superiore della Provincia Napoletana della Congregazione del Santissimo Redentore; il Monsignor Antonio De Luca, Vescovo di Teggiano-Policastro e Luciano Panella, Padre Superiore dei Redentoristi di Pagani.

L’opera è stata presentata ieri sera, 21 marzo 2019, presso l’auditorium Padre Guglielmo Salerno del Convento di Sant’Antonio di Nocera Inferiore da P. Paolo Saturno e della curatrice Giuseppina Crescenzo. Hanno partecipato all’evento anche il M° Pietro Sellitto ed il soprano Rossella Soldani. Presente anche il coro polifonico alfonsiano che, durante la presentazione del testo, hanno eseguito alcuni brani del repertorio di Padre Vitale. Questa opera rientra nella collana di pubblicazioni sotto l’egida dell’Ute Nuceria, Università delle Tre Età, di Nocera Inferiore.

 

 

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook968Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Laureato in Giurisprudenza nel 2012. Da sempre appassionato di cinema e serie tv. Frequenta il corso di giornalismo cinematografico della Scuola di cinema ‘Immagina’ a Firenze, diretto dal giornalista Giovanni Bogani. Di recente ha pubblicato con la casa Editrice Print Art il suo primo romanzo ‘La Notte di Mustang’.