Il maggio delle Letture alfonsiane

Il chiostro dei Redentoristi di Pagani, nei quattro sabato di maggio, dalle ore 21.00, diviene la location suggestiva delle Letture alfonsiane.

Vengono letti dal p. Superiore della basilica, p. Luciano Panella, brani scelti dall’opera mariana di s. Alfonso M. de Liguori, Le glorie di Maria, che hanno illuminato e commosso intere generazioni.

Nella storia della salvezza la Madre di Dio ha un ruolo molto rilevante e Alfonso de Liguori, con amore di figlio, ne canta appunto le glorie. Sono canti di misericordia e di vita che scaldano l’anima. Non sentimentalismo gratuito. È dottrina perenne del nostro Dottore della Chiesa

Tutta la mariologia alfonsiana si muove su due verità: maternità divina di Maria e sua mediazione nel mistero della redenzione dell’umanità.

Maria diventa, pertanto, la rivelatrice del volto di Dio misericordioso: Dio si lascia amabilmente rappresentare da Maria che ci fa strada nel cuore di Dio. E insieme al volto di Dio si riscopre anche il vero volto dell’uomo, peccatore sì, ma pur sempre creato libero, capace di vincere il male con l’aiuto divino e in obbligo di collaborare con Dio alla propria salvezza eterna, con la materna mediazione di Maria.

Questi concetti semplici, desunti in qualche modo dall’esperienza quotidiana, sono elevati da Alfonso a nobili categorie teologiche.

Le Letture alfonsiane sono, inoltre, corredate, in tutti i quattro sabato di maggio, da composizioni musicali di sant’Alfonso o della tradizione musicale redentorista.

La scelta dei brani è a cura dei Maestri, Antonio Saturno, Salvatore Esposito Ferraioli e p. Paolo Saturno.

“ E il canto mariano per eccellenza è senza dubbio – precisa il maestro Paolo Saturno – O bella mia speranza: il canto che sintetizza in modo mirabile non solo l’antifona mariana, Salve Regina, mater misericordiae, ma anche il capolavoro sulla Madonna di Alfonso M. de Liguori, Le glorie di Maria, il best-seller che da duecentocinquant’anni educa i cuori all’amore di Maria e insegna ad aver fiducia in Lei”.

Per l’esecuzione dei brani musicali intervengono il soprano Rosa Soldani con l’ensemble vocale-strumentale alfonsiano diretto dal M° p. Paolo Saturno.

Brani musicali che ci invitano a leggere, col cuore e la mente di Alfonso , Le glorie di Maria, autentici percorsi di speranza.

Sono tracce che Dio ci ha lasciato nel cuore di sua Madre.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso l’I.S.I.S. “G. Fortunato” di Angri , di cui è anche collaboratore-vicario. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno con 110/110 con lode e licenziata in Teologia Dommatica summa cum laude presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sez. San Tommaso, ha conseguito due Master in Studi storico-religiosi ( Ebraismo, Cristianesimo e Islam; Il Cristianesimo antico nel suo contesto storico) presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il Master di II livello Management e Leadership delle Istituzioni Educative presso l’Università degli Studi di Bologna e il master Didattica e Psicopedagogia per i disturbi specifici di apprendimento presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha pubblicato molti volumi. Sensibile e attiva nel dibattito socio-culturale sul territorio campano.