Corri per il Sarno

Una grandiosa manifestazione per salvare il fiume. In prima fila il Liceo “T. L. Caro” di Sarno

C’è ancora tempo per salvare il fiume Sarno, una volta considerato e venerato come un dio, oggi vittima dell’inquinamento di cui è responsabile l’uomo dei nostri tempi, spesso egoista, appiattito su un “qui ed ora” alienante e straniante e attratto dalle lusinghe del danaro e del potere. C’è ancora tempo per salvare il fiume Sarno, perché esiste ancora una Società civile e delle Istituzioni attente e motivate, che hanno fatto del risanamento del Bacino del Sarno e del disinquinamento del Golfo di Napoli una grande e nobile battaglia. C’è ancora tempo per salvare il fiume Sarno, perché ormai è maturata una coscienza civile nelle giovani generazioni che hanno avvertito, più degli adulti, quanto importante sia la soluzione dei problemi. 

Queste le motivazioni che sono a monte della grande Manifestazione sportiva “Corri per il Sarno”, che si terrà il 7 giugno. Organizzatori: le Comunità di 70 Istituzioni scolastiche, i Sindaci e i Parroci, i Presidenti delle Associazioni, i firmatari della petizione per la bonifica del fiume Sarno.

La città di Sarno è il punto di partenza e di irradiazione dell’Evento. In prima fila, il Liceo “T. L. Caro” e il manageriale Dirigente Scolastico Prof. Giuseppe Vastola, il quale, dopo aver anticipato in un editoriale di “Lyceum” l’importanza del tema, si è fatto promotore di un’interessante Conferenza stampa su tale problematica, svoltasi il 3 giugno nel Teatro “De Lise”.

Obiettivo: convincere il maggior numero di cittadini a firmare la petizione per la bonifica del fiume.

Curatori della manifestazione, due eccellenti docenti: il Prof. Franco Ronga e la Prof.ssa Paola De Vivo.

Gli atleti partiranno da Piazza Municipio a Sarno e proseguiranno per San Valentino, San Marzano, Scafati, Pompei, per giungere allo Scoglio di Rovigliano a Torre Annunziata, presso la foce del Sarno. Gli atleti, affiliati alla FIDAL, correranno dietro la fiaccola olimpica, simbolo di cultura e di pace tra i popoli, e saranno seguiti dagli studenti nel tratto del proprio Comune.

L’iniziativa si colloca sicuramente fra le proposte “forti” e altamente formative per le giovani generazioni, che fanno della solidarietà, della coscienza civile e dell’ecologia un insieme di Valori, che possono cambiare e migliorare il mondo.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Viridiana Myriam Salerno, laureata in Giurisprudenza presso l'Università "Federico II" di Napoli, è Avvocato, civilista e penalista, e Giornalista (iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti - Lista dei "Pubblicisti", Ordine della Campania, dal 2009). E’ Direttore Responsabile della Rivista-Web “MediaVox Magazine”, da novembre 2015; è stata Direttore Responsabile de "Il Nadìr.net", dal 2012 al 2015; collabora con i periodici "Eventi" e “Lyceum” e con la rivista nazionale "Albatros Magazine". Per alcune iniziative, ha, inoltre, collaborato con l’emittente radiofonica “Radio Punto Nuovo”. I suoi scritti sono pubblicati in numerosi libri, editi da importanti Case editrici. Si occupa del coordinamento di Uffici-Stampa e dell’organizzazione di eventi culturali; ad esempio, è nello Staff organizzativo del Festival internazionale di Cinema “Italian Movie Award” dalla I Edizione . E’ stata accreditata a rilevanti eventi nazionali ed internazionali, come il Festival di Sanremo, il Taormina Film Fest e l'Ischia Film Festival (entrando nello Staff Stampa di quest'ultimo nel 2016).