Sapori Alfonsiani

L’estate è arrivata e, si sa, porta con sé nuovi sapori e colori.

E domenica 30 giugno, tra i profumi e la frescura dei giardini dei padri redentoristi a Pagani, alla Vigilia dell’alzata del quadro di S.Alfonso, seconda edizione di Sapori Alfonsiani.

“Un’occasione” –commenta il Superiore p. Luciano Panella – “per gustare i piatti semplici di S.Alfonso che sono un cibo per il corpo , ma anche per visitare il convento e il suo museo cibo per la mente….”

Basilica alfonsiana a porte aperte, dunque, ma anche invito a deliziarsi nella frescura dei limoni del Giardino del Convento dei Padri, dove nella calura dell’estate, meditava e pregava S.Alfonso, per degustare lo Spirito dei Sapori Alfonsiani, tanto lontani… ma, sempre più genuini e vicini a noi…

Un prezioso appuntamento estivo per gustare le specialità locali in compagnia e a prezzi davvero economici, a vivere un’estate all’insegna del gusto!

Quest’anno, poi, sono arrivati anche il Re e la Regina dell’estate paganese, lo spumone e la melonessa che, hanno reso la calda serata, dolce e rinfrescante.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso l’I.S.I.S. “G. Fortunato” di Angri , di cui è anche collaboratore-vicario. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno con 110/110 con lode e licenziata in Teologia Dommatica summa cum laude presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sez. San Tommaso, ha conseguito due Master in Studi storico-religiosi ( Ebraismo, Cristianesimo e Islam; Il Cristianesimo antico nel suo contesto storico) presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il Master di II livello Management e Leadership delle Istituzioni Educative presso l’Università degli Studi di Bologna e il master Didattica e Psicopedagogia per i disturbi specifici di apprendimento presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha pubblicato molti volumi. Sensibile e attiva nel dibattito socio-culturale sul territorio campano.