FEST – LA FESTA DELLE SERIE: LA SECONDA EDIZIONE SI APRE TRA DIBATTITI ED ANTEPRIME

‘Euphoria’, ‘Il nido’ ed ‘El Camino’. Con questi tre titoli si è aperta ufficialmente la due giorni e mezzo della manifestazione interamente dedicata alle serie tv. ‘Fest – La festa delle serie tv’, seconda edizione. Che si svolge presso la Triennale di Milano.

Lo scopo principale della giovane kermesse, per non dire tema predominante, è l’analisi rivolta all’innovazione ed all’evoluzione del processo creativo delle medesime, legato alla distruzione dei classici stereotipi dei personaggi. Quello che c’è stato il giorno 20 settembre, è solamente un assaggio di quello che è stato organizzato il 21 ed il 22 di settembre. Non solo anteprime di nuove serie tv, ma anche conferenze e meri dibattiti sul tema appena indicato.

‘Euphoria’, come detto, è il primo titolo notevole che apre di fatto la seconda edizione e inaugurando, anche, il primo dibattito sull’argomento. Se un tempo le serie tv, in particolar modo provenienti dagli Stati Uniti, erano composti da episodi monotematici; negli ultimi anni è un’intera stagione, su qualsiasi tipo di personaggio o più cicli di serie ad essere monotematiche. Il titolo indicato è un chiaro esempio in cui le vicende di alcuni adolescenti la fanno da padrone.

Attenzione: non si tratta dell’ennesimo teen-drama, ma un vero è proprio spaccato adolescenziale tra drammi ed eccessi, con una struttura narrativa rivolta più agli adulti che agli stessi adolescenti. Il primo dibattito aperto dalla giornalista Marina Pierri, nonché ideatrice della manifestazione insieme a Giorgio Viario, ha visto protagonisti: la Youtuber Muriel, il presentatore Costantino della Gherardesca, la dj Paola Maugeri, la psicologa Cinzia Sacchelli, l’attivista transgender Gabe e il Presidente di Diversity Francesca Vecchioni.

I presenti hanno affrontato il tema di come un personaggio, quello di Cat, creato nel modo innovativo, possa rappresentare, al giorno d’oggi, non più una sorta di ‘handicap’ nell’essere se stessi, anzi. Di riconoscersi senza troppe paure o senza troppe ossessioni da parte di chi ci circonda. È pur vero, però, che nonostante ‘Euphoria’, racconta una nuova realtà giovanile, come una gioventù ancor più bruciata, quasi, di quella di James Dean, le estremizzazioni, come da copione, non sono mancate. Non per puro spettacolo, ma ponendo l’accento su alcuni comportamenti e di sottolineando, seppur indirettamente, le conseguenze negative. I protagonisti, per la maggior parte, sono quasi tutti al femminile. Creata dallo showrunner Sam Levinson, la serie andrà in onda su Sky dal prossimo 26 settembre.

A seguire sì è giunti al secondo momento clou della giornata d’apertura: la presentazione della serie tv, anche intesa come Fiction italiana, dal titolo ‘Cohousing – Il Nido’ con Giorgio Tirabassi. Con lui erano presenti anche il regista e regista della serie Luca Ventruscolo, il Vice-Direttore di Rai Fiction Ivan Carlei e la produttrice di Rai Fiction Paola Lucisano ed introdotti da Giorgio Viario, secondo ideatore di ‘Fest’ insieme a Marina Pierri. Con ‘Il Nido’ i toni non solo della trama da svelare ma anche

del dibattito sono più leggeri, sono più da commedia. La serie, che uscirà prossimamente sulla Rai1, narra la storia di un avvocato arrestato per possesso illegale di droga. Riuscito ad ottenere i domiciliari lo sventurato, interpretato da Giorgio Tirabassi, sarà costretto a scontarli nella casa della sua ex. Durante questo secondo dibattito si pone l’accento della quasi annosa questione della non esistenza, nella nostra cultura televisiva, di uno showrunner italiano. Ovvero uno sceneggiatore che ha dimestichezza sia con il lato produttivo, sia con il lato economico. Anche questo particolare riguarda l’innovazione delle serie tv, ma non tanto nella creazione dei personaggi, quanto nella fase embrionale del mero progetto seriale.

La serata si è chiusa con il dibattito sul ‘El Camino’ film seguito della serie ‘Breaking Bad’.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Laureato in Giurisprudenza nel 2012. Da sempre appassionato di cinema e serie tv. Frequenta il corso di giornalismo cinematografico della Scuola di cinema ‘Immagina’ a Firenze, diretto dal giornalista Giovanni Bogani. Di recente ha pubblicato con la casa Editrice Print Art il suo primo romanzo ‘La Notte di Mustang’.