Da domani inizio la dieta…

«Da domani inizio la dieta»: ecco la frase simbolo dei buoni propositi per l’anno nuovo.

Per qualche strana ragione ci piace stabilire una data nel futuro prossimo dalla quale iniziare un qualcosa di nuovo e positivo. In realtà la migliore cosa da fare è quella di far partire il nuovo cambiamento da subito, fare il primo passo attivo nello stesso istante in cui si pensa al nuovo obiettivo o si stabilisce il nuovo proposito.
Ma si sa, siamo umani e quindi deleghiamo al futuro un cambiamento al quale teniamo in modo particolare e quindi, già che ci siamo, cosa di meglio dell’inizio del Nuovo Anno per tanti buoni propositi e cambiamenti positivi nella nostra vita.
La cosa più importante di tutte è creare una lista scritta di obiettivi da raggiungere questo anno, rimanendo realistici e non pretendendo l’impossibile.
Ricordate che i grandi cambiamenti sono la somma di tante piccole abitudini che si creano e innescano giorno dopo giorno.
Se l’intenzione per il nuovo anno è quella di rimettersi in forma, essere più energici e magari anche più belli e sicuri di sé, ecco qualche consiglio per prendersi cura del proprio corpo, iniziando innanzitutto dall’ambiente che ci circonda.
1. Meno carne, più verdure
Questa scelta porterebbe a un’assunzione minore di proteine animali con un grosso giovamento per la salute ma anche per l’ambiente, in quanto l’industria del bestiame è una delle maggiori cause di inquinamento.
2. Scegliete prodotti a Km 0
Prediligete i prodotti locali. Preferite il cibo a chilometri 0, l’ambiente vi ringrazierà in quanto ridurre gli spostamenti del cibo porta anche a una riduzione dell’emissione di anidride carbonica. Inoltre, qualunque sia la vostra dieta cercate di mangiare cibi di stagione. Sono maggiormente reperibili e meno costosi.
3. Stare meno davanti al PC e trascorre più tempo all’aria aperta.
Un picnic, un po’ di jogging, una domenica al parco fanno bene all’umore e aiutano a conoscere meglio l’ambiente .
4. Correre almeno 5 ore alla settimana
Una settimana ha 168 ore. Cinque ore sono circa il 2,97% delle ore totali presenti in una settimana. Il corpo sta meglio. La mente anche. Con qualsiasi condizione meteorologica. Correre sotto alla pioggia è divertente. Con il sole mette di buon umore. Al mattino con il freddo fa stare bene.
5. Andare a fare la spesa, portando buste di stoffa
Prediligere i prodotti sfusi a quelli contenuti in un involucri di plastica e polistirolo.
6. Usare, riusare e riciclare.
Un vecchio abito, un mobile che non si usano più hanno sempre una seconda vita.
7. Animali Green
Se , infine, state pensando di adottare un animale domestico cercate di avere un approccio eco-friendly. Se siete orientati per un cane o un gatto, evitate di acquistare l’animale in negozio o in allevamento, ma adottatelo in una delle tantissime strutture presenti sul nostro territorio. Ci sono migliaia di animali di tutte le età e razza che vi aspettano.
Quindi… lista alla mano (magari stampata e sempre ben visibile), timing chiaro e percorso stabilito per arrivare a far avverare i propri buoni propositi per il 2020.

Condividi questo articolo...Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso l’I.S.I.S. “G. Fortunato” di Angri , di cui è anche collaboratore-vicario. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno con 110/110 con lode e licenziata in Teologia Dommatica summa cum laude presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sez. San Tommaso, ha conseguito due Master in Studi storico-religiosi ( Ebraismo, Cristianesimo e Islam; Il Cristianesimo antico nel suo contesto storico) presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il Master di II livello Management e Leadership delle Istituzioni Educative presso l’Università degli Studi di Bologna e il master Didattica e Psicopedagogia per i disturbi specifici di apprendimento presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha pubblicato molti volumi. Sensibile e attiva nel dibattito socio-culturale sul territorio campano.