“Generale paranoia”

Ian Luis, lancia il suo LP d’esordio

La musica è un fenomeno tattile.
È ritmo e melodia che nascono dal contatto con un oggetto di legno o d’ottone, da corde che vibrano, mosse da tasti d’avorio o pizzicate da archetti.
La musica travalica il suono e avvolge il corpo e l’anima.
La musica rievoca i ricordi e questi, a loro volta, evocano le emozioni. Sono i ricordi più che la musica, a suscitare l’emozione. Di tutte le arti la musica è quella più capace di evocare emozioni. Che sia gioia, commozione, serenità, eccitamento, malinconia, nessuna emozione è assente dalla tavolozza della musica e non vi è nessuno che non abbia provato uno speciale sentimento all’ascolto di uno speciale brano.


In questi tempi pieni di freddezza e distanza emotiva, voglio far sì che la mia musica sia il collante emozionale che possa riuscire a riaccendere i sentimenti ormai meccanici e offuscati della gente”.


Con tale proposito Sebastiano Inturri, in arte Ian Luis, lancia il suo LP d’esordio, “Generale Paranoia”, disponibile su tutte le piattaforme di streaming, intriso di una voglia smisurata di cambiamento e di rivoluzione.
“Generale Paranoia” è un lavoro discografico composto da cinque tracce, ognuna delle quali è legata ad un periodo significativo della vita dell’autore, dallo strappo cantato in “Linee di colore” alla sua rinascita celebrata in “Gioia su Tela”. Il concept è arricchito da una consapevolezza costruita da Ian Luis sulla sua pelle e sfruttata per uscire dalla sua “prigione dalle sbarre trasparenti”. L’apice della rivoluzione umana ed artistica viene raggiunta dalla creazione del pezzo “Asintomatico Credente” intriso di una voglia smisurata di cambiamento e di rivoluzione.


Spiega l’autore a proposito del nuovo EP: Credo che ognuno di noi viva in una condizione di paranoia generale, che interpreta e plasma in modo diverso e unico. Questo EP è la visione della mia paranoia che risulta essere sempre incentrata su una figura femminile che mi distrugge ma allo stesso tempo mi aiuta ad incollare quei cocci rotti che da solo non riesco ad assemblare. Da qui il titolo “Generale Paranoia”.

Di seguito la tracklist di “Generale Paranoia”: “Not Bad”, “Linee di Colore”, “La notte di Natale”, “Gioia su Tela”, “Asintomatico Credente”.

Biografia
Sebastiano Inturri, in arte Ian Luis, è un ragazzo paranoico, ventisettenne, con un sogno più grande del cassetto. Il suo nome d’arte è Ian Luis. Non c’è un momento esatto in cui la musica è entrata a far parte della sua vita, sin dal grembo materno è stato coccolato dalla voce canterina della propria mamma. La Trinacria è il suo paese di origine dove vive insieme alla sua famiglia che l’ha appoggiato sempre, qualunque fossero le sue scelte. Da piccolo era infastidito da quelli che per lui erano “frastuoni della testa”, solo da adolescente scopre che quelle erano le melodie su cui oggi scrive i propri pezzi.
Il primo EP di Ian Luis, anticipato lo scorso 1° dicembre dal singolo “Asintomatico Credente”, si intitola “Generale Paranoia” ed è disponibile in digitale dal 16 dicembre.

Facebook: https://www.facebook.com/sebyinturriofficial/
Instagram: https://www.instagram.com/i_a_n_luis/

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso l’I.S.I.S. “G. Fortunato” di Angri , di cui è anche collaboratore-vicario. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno con 110/110 con lode e licenziata in Teologia Dommatica summa cum laude presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sez. San Tommaso, ha conseguito due Master in Studi storico-religiosi ( Ebraismo, Cristianesimo e Islam; Il Cristianesimo antico nel suo contesto storico) presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il Master di II livello Management e Leadership delle Istituzioni Educative presso l’Università degli Studi di Bologna e il master Didattica e Psicopedagogia per i disturbi specifici di apprendimento presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha pubblicato molti volumi. Sensibile e attiva nel dibattito socio-culturale sul territorio campano.