Le metamorfosi di Chronos. Dal tempo della clessidra al tempo interiore: un percorso tra Scienze umane e Neuroscienze

II MEETING CONGIUNTO AINAT-SIS: IL PROGRAMMA DI GIOVEDI' 19 MAGGIO 2016

19-20 maggio 2016BROCHURE CONVEGNO MIMMO0
Palazzo Sant’Agosino, Sede della Provincia – Salerno
21 maggio 2016
Lloyd’s Baia Hotel, Vietri Sul Mare (SA)
N. 16 crediti formativi per Neurologi, Neuro-Psichiatri infanili, Psichiatri, Psicologi, Anestesisi, Fisiatri, Geriatri, Medici Legali, MMG, Pediatri

Gli sconfinati orizzonti di Chronos. Tema dominante è il Tempo, infinita sequenza di istanti che sono e già non sono più, “mistero irriducibile sul quale nessuna scienza fa presa”, come scrive Simone Weil. Nulla si può comprendere della vita se non consideriamo le metamorfosi del tempo, vale a dire le esperienze che nella nostra esistenza si snodano senza fine: il tempo della clessidra, quello misurabile, uguale per ciascuno di noi; il tempo interiore, quello vissuto, diverso in ciascuno di noi. L’obiettivo è quello di analizzarne la fenomenologia attraverso un’incursione negli anfratti della nostra interiorità connessa al vivere, talora provata da malattie che, da persona, ci trasformano in pazienti “fragili” e “complessi”: pensiamo alla condizione depressiva, in cui si perde il significato dell’esistere e si realizza l’esperienza di un tempo senza tempo, dove non vi è né memoria (il passato) né futuro (la speranza) e si vive immersi in un presente spetrale e immutabile; oppure al tempo lacerato della malattia di Alzheimer nella quale tute le dimensioni del tempo, interiore e della clessidra, si scompongono ino a frantumarsi. Queste ed altre patologie, quali il Parkinson, l’epilessia e la cefalea, a valenza pluridisciplinare, saranno scandagliate nell’ottica delle Neuroscienze, nella loro relazione col Tempo, e descritte negli aspetti scientifici e sociali più aggiornai. Tre giornate di riflessione e confronto in cui – in un esaltante mix – studiosi di varia estrazione e formazione si incontrano per ribadire la profonda alleanza tra discipline intimamente complementari: da una parte le Scienze umane che, attraverso le molteplici voci, possono esprimere al meglio ciò che la scienza fatica a rendere comprensibile; dall’altra le Neuroscienze che costituiscono un insostituibile strumento di indagine nel mistero dell’essere, rendendo tale enigma – attraverso le continue scoperte – sempre più prossimo alla speranza. E la speranza, come afferma Gabriel Marcel, è “memoria del futuro”, la sola dimensione in grado di riscattare l’ininterrotto fluire del tempo.

 

GIOVEDI’ 19 MAGGIO 2016

Fenomenologia del tempo: un percorso entro le Neuroscienze

Ore 15.00Saluto delle Autorità

Dott. Giuseppe Canfora, Presidente della Provincia di Salerno

Dott. Bruno Ravera, Presidente dell’Ordine dei Medici di Salerno

Introduzione ai lavori: Maria Rosaria D’Ambrosio (Coordinatrice regionale

AINAT), Vincenzo Pizza (Coordinatore regionale SISC), Domenico

Cassano (Coordinatore SISC-AINAT)

I – Il tempo interrotto

Moderatori:Giuseppe Capo (Salerno), Enrico Volpe (Napoli)

ore: 15.10-15.35 –L’epilessia e il tempo, Giuseppe Liguori (Nocera Inf.)

ore 15.35-16.00 – Effetti della terapia antiepilettica sulla funzione cognitiva:

vecchi e nuovi farmaci a confronto, Maddalena Terracciano (Napoli)

II – Il tempo sospeso

Moderatori: Rossana Arlomede (Napoli), Luigi Balzano (Napoli), Vincenzo

Pizza (Vallo)

ore 16:00-16:25 – : Update sulla Depressione Maggiore: dal  DSM V ai nuovi

farmaci, Giulio Corrivei (Salerno)

III – L’eterno legame

Moderatori: Mauro Budeta (Cava de’ Tirreni), Giuseppe Mastroroberto

(Salerno)

ore 16.25-16.50 – Cefalee e sonno in età evoluiva, Marco Carotenuto (Napoli)

ore 16.50-17.15 – Cefalee e sonno nell’adulto, Maria Pia Prudenzano (Bari)

V – Il tempo negato

Moderatori: Raffaele Galano (Salerno), Demetrio Nicola Pugliese (Salerno)

ore 17.15-17.40 – La Disabilità tra bisogno, sostenibilità e normativa: dalla

classificazione ICIDH all’ICF, Fausto Sorrentino (Gragnano)

ore 17.40-18.10 – Il piano di indirizzo della Riabilitazione in Regione Campania:

lo stato dell’arte, Giovanni Panariello (Solofra)

ore 18.10-18.30Discussione e chiusura dei lavori

BROCHURE CONVEGNO MIMMO1BROCHURE CONVEGNO MIMMO2

Per maggiori dettagli, consultare il  sito www.cefaleecampania.it

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Viridiana Myriam Salerno, laureata in Giurisprudenza presso l'Università "Federico II" di Napoli, è Giornalista Professionista (iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti, Ordine della Campania, dal 2009). E' anche Avvocato. E’ Direttore Responsabile della Rivista-Web “MediaVox Magazine”, da novembre 2015 I suoi scritti sono pubblicati in numerosi libri, editi da importanti Case editrici. Si occupa del coordinamento di Uffici-Stampa e dell’organizzazione di eventi culturali; ad esempio, è nello Staff organizzativo del Festival internazionale di Cinema “Italian Movie Award” dalla I Edizione. E’ stata accreditata a rilevanti eventi nazionali ed internazionali, come il Festival di Sanremo, il Taormina Film Fest e l'Ischia Film Festival (entrando nello Staff Stampa di quest'ultimo nel 2016).