Fides et Scientia: Da Sarno a Philadelphia, Scienza e Fede volano insieme


Quest’anno il prestigioso Premio internazionale Fides et Scientia Vincenzo De Colibus giunge alla sua IX edizione. L’evento, patrocinato dal Comune di Sarno e organizzato dall’Associazione Medici Cattolici Italiani della Regione Campania, si svolgerà Martedì 19 marzo alle ore 9:00 presso la storica Aula Consiliare del Comune di Sarno


Presieduto dal poliedrico Prof. Mario Ascolese, il premio è dedicato al Dott. Vincenzo De Colibus che fu presidente della sezione Amci della diocesi Nocera-Sarno e che ebbe il primato di aver dato vita al servizio di endoscopia digestiva all’ospedale Villa Malta di Sarno. Amatissimo da tutti, è stato un ineguagliabile professionista e una persona dai profondi valori umani e vive ancora nei cuori di chi lo ha conosciuto.

Quest’anno l’importantissimo premio sarà assegnato al valente Prof. Antonio Giordano, Direttore dello Sbarro Institute for cancer research and molecular medicine and Center for biotechnology nel College of science and technology della Temple University di Philadelphia e Professore ordinario di Anatomia ed Istologia Patologica all Università di Siena.

Antonio Giordano

Invece alla Dott.ssa Maria Cuomo, biologa molecolare e dottore di ricerca in Biotecnologie Mediche, sarà conferita una borsa di studio del valore di 500 € offerta dall’Associazione Medici Cattolici Italiani Regione Campania.

Maria Cuomo

L’incommensurabile bellezza della statuetta del Premio è riposta in una figura mitologica di classe e di pura armonia, ossia il cavallo alato Pegaso. Esso simboleggia la forza della scienza che vola sulle ali della fede. Importate è riporre infatti nelle mani giuste la capacità di essere visionari e al contempo grati a Dio per le possibilità che offre. Sta nelle mani delle persone che mettono cuore e passione nel proprio lavoro cambiare il mondo rendendolo così un posto migliore.


La Dott.ssa Cuomo, che collabora con il Prof. Giordano, si collegherà in videochiamata da Philadelphia per i saluti.
Il Prof. Giordano, in presenza, affronterà con una Lectio magistralis il tema dell’evento che è l’inquinamento ambientale nella terra dei fuochi e l’insorgere dei tumori nei soggetti che ci vivono.
Recenti studi svolti con grande professionalità dal gruppo del Prof. Giordano dello Sbarro Institute, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Napoli Fondazione Pascale, coordinato dal Prof. Luigi Alfano, hanno apportato delle nuove soluzioni per la lotta contro il cancro.
Il grande riconoscimento va quindi al Prof. Antonio Giordano, scienziato e credente il quale ha messo il proprio operato al servizio della scienza nel rispetto dell’umanità. L’evento, moderato dalla brillante giornalista Viridiana Myriam Salerno (Direttrice di MediaVox Magazine che è media-partner dell’iniziativa) vedrà presente il Prof. Mario Ascolese: egli porrà i suoi saluti insieme ad Eutilia Viscardi, Avvocato e Sindaco f.f. del Comune di Sarno, che ha collaborato in maniera esemplare alla realizzazione dell’evento insieme all’Assessore Prof.ssa Annamaria della Porta e a Luigi (Tonino) Robustelli. Seguiranno, poi, i saluti istituzionali degli Assessori del Comune di Sarno presenti, dei familiari del Dott. De Colibus e del giornalista Salvatore Campitiello, Presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno.


Prestigiosi saranno i patrocini legati al premio, come l’Shro si trova nell’ambito della Temple University di Philadelphia, afferisce a questa Università per la ricerca per combattere il cancro, l’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Salerno, la SIMA ossia la Società italiana di medicina ambientale diretta dal professor Alessandro Miani, l’ISBEM ossia l’Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo diretto dal professor Alessandro Distante che ha formato tantissimi ricercatori, l’UniSi di Siena, l’UniSa di Salerno, l’Accademia Tiberina sezione Lucana diretta dal Prof. Nicola Pascale, il Centro Studi Schola Medica Salernitana diretto dal Prof. Giovanni
Canora, la Pro Loco di Sarno presieduta dal Presidente Dott. Vincenzo Cerrato (che consegnerà 2 targhe rispettivamente alla borsista e al premiato) e l’Associazione giornalistica Assostampa Campania Valle del Sarno.

Un grazie agli sponsor: TinSider, la FD Designer da sempre vicino alla promozione di eventi culturali. Inoltre la nota Pasticceria Pepe omaggerà i partecipanti all’evento con le sue deliziose e caratterizzate zeppole di San Giuseppe.


MediaVox Magazine sarà presente alla consegna del Premio Fides et Scientia Vincenzo De Colibus e, in attesa di prendere parte allo straordinario evento, ha catturato una dettagliata dichiarazione dal padre fondatore del premio, ossia il Dott. Mario Ascolese: Quest’anno il premio si innalza e si eleva a un vero carattere internazionale, perché oltre ad avere in presenza il Prof. Antonio Giordano, ci sarà il collegamento anche su piattaforma da Philadelphia con la giovane ricercatrice Maria Cuomo, biologa molecolare e collaboratrice del Prof. Giordano. Insieme sono venuti recentemente alla scoperta di una proteina che blocca la crescita tumorale. Il Prof. Giordano dagli States mi anticipò durante la preparazione dell’evento che questo premio sarebbe stato contemporaneamente uno scoop anche scientifico oltre che giornalistico. Infatti non si è smentito ed è stato proprio così! La scoperta è stata ufficializzata pochi giorni fa e ha fatto subito il giro del mondo. Il suo centro a Philadelphia è proprio teso alla ricerca della genetica oncologica per avere più armi efficaci per combattere il cancro. Un altro dettaglio importante che voglio sottolineare è che il Prof. Giordano si è sempre impegnato in prima persona nella problematica dell’inquinamento ambientale che è alla base di uno stravolgimento genico con un aumento di possibilità di ammalarsi di tumore. Noi siamo un tutt’uno con la natura che ci circonda, i nostri geni sono in connessione diretta con gli alimenti che consumiamo, con l’aria che respiriamo, con le cose che tocchiamo e con gli inquinamenti elettromagnetici. C’è una seria problematica che riguarda una serie di situazioni che portano a una crescita di patologie oncologiche. Oggi bisogna mettere in evidenza che lo stare bene non può più solo dipendere dalla propria volontà nel cercare di seguire uno stile di vita adeguato e nel cercare di perseguire un’alimentazione salutare che sia ben formata da alimenti di certa provenienza, ma siamo immersi ormai in un sistema chiuso dove i fattori ambientali esterni sono predominanti allo stesso nostro stile di vita e al nostro modo di mangiare e di curarci per essere attenti alle nostre azioni per salvaguardare la nostra salute. Il Prof. Giordano certamente metterà in evidenza tutto ciò perché il dramma dell’inquinamento ambientale è una problematica sempre più scottante che, abbinato agli stravolgimenti climatici, darà molte preoccupazioni alle nuove generazioni che dovranno avere il compito di impegnarsi nella ricerca di nuove tecnologie grazie anche all’aiuto dell’IA affinché si possa salvaguardare la nostra futura esistenza.
Mario Ascolese


Inguaribile e testardo sognatore, si è laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Salerno e frequenta la magistrale di Filologia Moderna nello stesso Ateneo. Vive l’Arte in simbiosi con la sua vita ed è sempre in cerca di nuove storie da vivere e scrivere per emozionarsi e far emozionare. Ama il mondo dello sport, in particolare quello del calcio e della palestra, seguendoli e praticandoli entrambi. Il viaggio è il suo stimolo per conoscere, imparare e avere tutto ciò che ogni cultura ha da offrirgli, in pratica usa gli occhi per guardare e i sogni per guardare oltre.