LA POTENZA TAUMATURGICA DELLA POESIA SECONDO LA POETESSA GABRIELLA NADDEO

I poeti hanno la consapevolezza di regalare emozioni. Abbiamo incontrato la poetessa Gabriella Naddeo che ci ha parlato della potenza tuamaturgica racchiusa nei versi che “le hanno restituito una nuova dignità”. Appassionata lettrice, ultimamente ha dato vita a due raccolte di poesia (Frammenti di pensiero e Estempo2Gabriella Emozioni – Nonostante tutto) degne di nota e dove è possibile cogliere il suo cristallino linguaggio poetico.


“La parola è per me pura magia: è il mio cuore che entra in competizione con l’espressione colorandola di passione. La parola mi ha ingannata, mi ha incantata, innamorata, mi ha riscattata ed ha reso la mia frase sempre più audace con una maggiore prerogativa espositiva.”

L’INTERVISTA

Si presenti ai lettori di MediaVox Magazine… Mi chiamo Gabriella Naddeo o meglio EstempoGabriella, sono una donna innamorata della parola che mi ha consegnato ad una Vita nova in cui il nonostante tutto è la mia unica dimora.

Com’è avvenuto il suo incontro con la scrittura? Ho amato sempre scrivere e leggere. A casa mia ho avuto e ho degli esempi forti, mio padre è un accanito lettore. Il mio mondo interiore ha sempre trovato la sua consacrazione nello scritto nascosto dei miei diari, dei miei quaderni di bordo così come li definisco. Esprimermi nella scrittura mi ha dato sempre conforto quando non riuscivo a esprimermi nella parola poiché timida, repressa, compressa e poco compresa.

Qual è l’idea che c’è dietro il suo libro? L’esperienza del Covid mi ha dato molto, per me è stata valore aggiunto perché non essendomi potuta mai fermare a livello lavorativo ho imparato a convivere con le mie paure, sono state le mie compagne di viaggio. In estate mi sono rilassata e durante il viaggio, non avendo la penna per trascrivere le mie emozioni che si sono visionate, le ho trascritte su facebook firmandole Estempo e da me poi sono state personalizzate in EstempoGabriella. E di lì è avvenuto Il mio incontro quotidiano. Il confronto con persone abituate a scrivere di poesia mi ha portato a pubblicare il mio primo libro “Frammenti di pensiero” sulla piattaforma “il mio libro.it.” e oggi questo amore per la parola mi ha condotto alla stesura della mia seconda creatura (così come le chiamo io): Emozioni – Nonostante tutto.

E quale il suo messaggio? Credere nel proprio mondo interiore. Il mio sentire si fa sentire. Non vergognarsi delle proprie emozioni ed esprimerle non reprimendosi mai.

Che cos’è per lei la poesia? La poesia per me è un conforto, è terapeutica. E’ tuamaturgica e mi ha restituito una nuova dignità esplicativa. Soprattutto la mia “Prosa del poi che spera”.

Che cosa vorrebbe che restasse al suo lettore dopo la lettura del suo libro? La speranza di credere e credere ancora che tutto si possa risolvere. Credere nei propri sogni facendoli diventare dei bisogni. La bellezza del sentire.

Ci dica tre punti di forza del suo libro… Ironia, speranza, coraggio (mettere il cuore in prima pulsione).

Sebbene non sia semplice al giorno d’oggi scrivere di poesia, il suo testo è balzato agli onori della cronaca culturale. Come si spiega quest’interesse per il suo testo? Perché è uno scrivere timido senza divagazioni letterarie scritto con il linguaggio del cuore che arriva in maniera immediata senza repliche ma solo con dediche. Nel mio secondo libro, la copertina “spacca” a livello comunicativo.

Ci dica il nome di quattro testi poetici che le hanno cambiato la vita… Vita Nova di Dante Alighieri; Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen; Il piacere di Gabriele D’Annunzio; I love shopping di Sophie Kinsella.

Quali sono i suoi prossimi impegni letterari? Cimentarmi in un racconto.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Laureata in Scienze politiche presso l’Università Orientale di Napoli, ha pubblicato due raccolte liriche ottenendo vari riconoscimenti dalla critica. Tra le sue pubblicazioni, i libri per ragazzi “Scricchiolino” (che in modo frizzante ma profondo, narra le difficoltà di crescere di un ragazzino) e “Colpire al cuore” (uno spaccato del mondo adolescenziale d’oggi, presentato nel 2013 al Salone Internazionale del Libro di Torino). E’ addetto stampa per l’Italia del “Festival della Poesia Europea di Francoforte sul Meno”. Nel 2016, ha pubblicato L’ombra della luna nuova A’ storia du rre e’ Castiellammare: una finestra sulla vita di provincia e sull’Italia fascista dei primi del Novecento. Il testo è stato presentato a “Casa Menotti” nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto. Ha pubblicato "Noi siamo un passo avanti".