“Avellino Letteraria” attraverso il racconto di Annamaria Picillo

Oggi vi racconto un po’ della mia storia, anche perché mi piace pensare che quando parliamo con qualcuno inizi un viaggio ideale. E’ bello soprattutto quando c’è la capacità di recepire e assimilare ciò che ci accade intorno, in fondo, essere un buon interlocutore rappresenta anche un percorso interdisciplinare. Penso che la mia avventura, nel campo della comunicazione, fino ad ora, e non in ordine sparso, mi ha permesso di iniziare un percorso conoscitivo e appassionante verso il luogo in cui vivo. Letteratura e turismo, da sempre, hanno molti punti di contatto,ecco perché quando si ricostruisce il vissuto di artisti e scrittori, oltre che si racconta il loro stile di vita,si individuano anche gli spazi di incontri dove ci si riuniva e dove si svolgeva la vita culturale di un luogo. È in questo senso, quindi, che gli itinerari letterari possono diventare uno strumento di conoscenza, necessario, ad approfondire aspetti del nostro patrimonio culturale. Nasce così “Avellino letteraria”, una rassegna patrocinata dal Comune di Avellino e promossa da Festa Hotels e Itinerando l’Irpinia ( Agenzia turistica alberghiera e Tour operator).Un evento in 10 appuntamenti che si articola in incontri settimanali nel segno del libro e della valorizzazione del territorio con autori e la voce delle narrazioni. La particolarità di questo Format è il voler presentare l’autore come compagno di viaggio, di incontro, di solidarietà, di conoscenza, visto più come strumento di impegno sociale e di cultura condivisa, riconoscendone la dignità tematica e la reciprocità di socialità di intenti e di riflessione comune.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Presentatrice, editore, esperta di turismo sociale. Ha collaborato con l'Assessorato all'Istruzione e Spettacolo della provincia di Avellino nell'organizzazione e nella presentazione delle attività relative agli spettacoli di musica classica e valorizzazione dell'immagine dei gruppi e dell'Ente stesso. In questo stesso ambito, ha favorito la conoscenza e l'immagine dell'Irpinia fuori dai confini provinciali e regionali. Ha rivestito l'incarico di Presidente di associazioni culturali no profit le cui finalità sono state quelle di favorire le comunicazioni sociali e individuare occasioni di sviluppo culturale, formativo ed economico del territorio. Speaker radiofonica, è stata Direttore dei Programmi di una nota emittente radiofonica. È stata, inoltre, Direttore Editoriale del quindicinale "Irpinia Insieme".