Il “30” di Adele

Compiere trent’anni è una tappa molto importante per qualsiasi persona, ma se il tuo nome è Adele e i tuoi album si intitolano come i tuoi anni, forse compiere trent’anni è leggermente più faticoso. Dopo quindi tre anni di attesa, perché ora di anni ne ha 33, Adele il 19 Novembre ha pubblicato il suo nuovo album che si intitola appunto 30.

Easy on me, “vacci piano con me” è il singolo che ha anticipato l’uscita dell’album e con il suo videoclip uscito in contemporanea, ad oggi – a meno di un mese di distanza – conta ben 180 milioni di visualizzazioni su Youtube. Il video è stato girato dal talentuoso regista Xavier Dolan nella stessa casa del videoclip di “Hello”, il brano che ha consacrato la cantante britannica come regina del soul, arrivando nelle classifiche musicali di 35 paesi del mondo oltre ad essere stato il primo brano a superare il milione di download in una sola settimana negli USA.

Il video è per metà in bianco e nero e per metà a colori e segue la cantante dalla casa ad un’auto da cui risuonerà il suo brano, una ballata a base di pianoforte con una performance vocale potente e intensa esattamente nel suo stile.

Nel singolo, Adele, chiede forse a suo figlio Angelo di 9 anni (oppure ai suoi fan che ha fatto tanto a lungo attendere?) di essere cauta con lei, perché era ancora una bambina (quando lo ha avuto) e non ha avuto la possibilità di sentire il mondo intorno a lei, né ha avuto tempo di scegliere tutto quello che ha scelto di fare.

Adele si fa portavoce di un sentimento comune a tante giovani madri che hanno avuto i loro bambini troppo presto e soprattutto senza il dovuto aiuto e supporto da parte del proprio compagno. Questa è la storia che ci vuole raccontare nel suo nuovo album composto da 15 pezzi, in cui la cantante britannica canta con tutta la sua voce, il dolore che ha sofferto negli ultimi anni. Come ha dichiarato in alcune interviste per la BBC Radio 2: «Non posso sbloccare la porta della mia salute mentale e poi nascondere la chiave».

Ma l’artista tiene anche a comunicare ai propri fan che il suo nuovo album ha visto finalmente la luce dopo 6 anni anche e soprattutto grazie ai suoi amici che le sono stati vicini in quei momenti difficili, con una bottiglia di vino e parole di conforto.

Il singolo “To be loved” presente nella tracklist di 30 è probabilmente il pezzo manifesto di questo straordinario album in cui la cantante proferisce alcuni concetti sull’amore, universali, e cioè che per amare ed essere amati all’ennesima potenza occorre essere disposti a lasciar perdere tutte le cose a cui siamo più legati. Adele si dichiara disposta a perdere tutto ma allo stesso tempo nel testo canta di quanto sia anche consapevole di fare questa rinuncia a favore di una bugia. Il testo è un vortice di parole in cui sembra che la stessa cantante non riesca ancora ad uscirne. Come ha affermato in una recente intervista per Rollingstone:
Io non conoscevo davvero me stessa, io pensavo di conoscermi. Non so se è a causa del mio Saturno retrogrado o perché stavo davvero entrando dei trenta, ma io davvero non amavo chi ero”.

I cosiddetti “ritorni di Saturno” sono dei periodi di grandi sconvolgimenti in particolare se si è a cavallo dei 30 anni. Adele ora attraversato il suo, è pronta a fare i conti finalmente con quello vuole anche al costo di sconvolgere la propria vita, pronta a guardare quello che è stato per capire finalmente chi è.

Immagini tratte dall'account Facebook di ADELE

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Dottoressa in Consulenza e Management Strategico, ha lavorato per "Ciaopeople" in qualità di ad operations manager, gestendo le campagne pubblicitare on site. Ha conseguito un master online in "Social Media Marketing" con "Ninja Academy" e frequentato la scuola di scrittura per riviste culturali del "Tascabile". È stata contributor per il magazine online "GRLS.it", occupandosi principalmente di serie tv.