IL “VETRO” CHE SEPARA LA VITA DI OGNUNO

Musica / Recensioni

Un velo, un vetro separa la vita di ognuno. E’ questo il messaggio che Roberta Carrese vuole lanciare con il suo secondo singolo: “VETRO”.


“VETRO” è il nuovo singolo di Roberta Carrese, giovane cantautrice casertana, in cui racconta in un dialogo immaginato allo specchio di sé stessa, delle sue emozioni più profonde senza la paura di dover nascondere i suoi lati più fragili. A suo agio sul palco, voce vibrante, testi che denotano un’acuta sensibilità espressiva e tanta tenacia: sono queste le carte vincenti di Roberta Carrese che nonostante questa drammatica emergenza sanitaria, ha deciso di lanciare ugualmente “Vetro”.
Il brano parte come una ballad e si evolve attimo dopo attimo fino a culminare in un’esplosione di voce e musica.


“…/Se non mi trovi/ cercami sotto un tremo/ sono partita per te/ in questo viaggio a vuoto/ e cerco qualcosa per te /sui binari di questo treno/ che passa sulla mia schiena…/…/ adesso cerca bene tra le mie ossa c’è qualcosa per te./ Tu che hai bisogno sempre di andare a fondo/ tocchi il fondo di me/…”

Questo secondo singolo esce a poche settimane di distanza da “Smart”, canzone semplice e autoironica che descriveva un momento di scoraggiamento.
Fin da bambina Roberta Carrese ha sempre avuto la musica nel sangue; il suo debutto risale a quando aveva undici anni e scelse di cantare “Hotel California” degli Eagles e da quel momento non ha più smesso di emozionare il pubblico con le sue canzoni. Già perché lei è una ragazza che fa la musica per passione. Suona ben quattro diversi strumenti: la batteria, il piano, la chitarra e l’ukulele.
Il suo interesse professionale spazia da Lucio Battisti ai Led Zeppelin, da Mina a Patti Smith comprendendo che la musica non si può “etichettare” in un unico genere musicale.

Roberta Carrese, in arte Carrese, è nata a Venafro (Is) il 14 Luglio 1994. A 11 anni comincia a suonare la chitarra, a 14 inizia ad esibirsi con musica live nelle piazze e club locali, a 19 anni si trasferisce a Roma per frequentare il DAMS e da lì il sogno incomincia a trasformarsi in realtà. Nel 2015 sale sul secondo gradino del podio nell’edizione 2015 di The Voice of Italy, nel team di Piero Pelù. Subito dopo esce il suo EP di cover e poi, per due anni, gira l’Italia fra importanti festival e palchi con esibizioni da solista (voce e chitarra) e con formazioni diverse.
Nel 2017 decide di dedicarsi al suo primo album perché sente il bisogno di allontanarsi dalla figura di interprete legata sempre a canzoni di altri. A settembre del 2018 incontra la produttrice Marta Venturini (Studionero) con la quale attualmente collabora per la produzione musicale dei suoi brani.
“Vetro” è in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e sulle piattaforme streaming.

https://open.spotify.com/track/0szYaqMrmt3xEQhNT8BUWF?si=9FV3LmwoRT2x4syt5lTD3w

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Laureata in Scienze politiche presso l’Università Orientale di Napoli, ha pubblicato due raccolte liriche ottenendo vari riconoscimenti dalla critica. Tra le sue pubblicazioni, i libri per ragazzi “Scricchiolino” (che in modo frizzante ma profondo, narra le difficoltà di crescere di un ragazzino) e “Colpire al cuore” (uno spaccato del mondo adolescenziale d’oggi, presentato nel 2013 al Salone Internazionale del Libro di Torino). E’ addetto stampa per l’Italia del “Festival della Poesia Europea di Francoforte sul Meno”. Nel 2016, ha pubblicato L’ombra della luna nuova A’ storia du rre e’ Castiellammare: una finestra sulla vita di provincia e sull’Italia fascista dei primi del Novecento. Il testo è stato presentato a “Casa Menotti” nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto. Ha pubblicato "Noi siamo un passo avanti".