SUPER MARIO NON E’ ITALIANO?

Ci sono alcuni personaggi che anche chi non si è mai avvicinato al mondo videoludico conosce, almeno per sentito dire, vista la tremenda importanza che hanno avuto non solo all’interno di questo media ma nella cultura di massa in generale. Uno di questi, forse proprio uno dei più emblematici, è Super Mario, la leggendaria mascotte della Nintendo, che tutti noi abbiamo imparato a conoscere dalla sua prima apparizione nel 1981 nel gioco Donkey Kong, fino all’opera più recente che lo vede protagonista, Paper Mario: The Origami King, pubblicato lo scorso 17 Luglio. Anche chi non ha giocato nessuno della miriade di capitoli che compongono questa serie, conosce almeno un paio di cose su Mario: salta, è un idraulico ed è italiano. Proprio quest’ultimo dato sembra essere stato messo in discussione nei giorni scorsi, poiché Masayuki Uemura, ex impiegato della Nintendo noto per aver ideato il design del Famicom, in un’intervista rilasciata al blog di videogiochi Kotaku, ha affermato che nonostante l’italianità del nome, Mario sia un personaggio giapponese. In molti hanno dibattuto su questa affermazione, ritenendola non poco difficile da accettare. Numerosi sono gli elementi che ci inducono a pensare che Mario sia originario della nostra penisola, tanto per cominciare l’etnia del personaggio ha veramente poco di asiatico: nasone in bella vista, baffone nero all’insù, occhi azzurri e pelle chiara. Oltre all’aspetto, lo stesso modo di parlare del personaggio ci lancia degli indizi, come la celeberrima esclamazione “Mamma mia!”, o l’accento, a noi molto familiare, che è possibile sentire quando si Mario si presenta dicendo “It’s a me, Mario!”. Se poi è vero che ciò che mangiamo definisce chi siamo, allora non restano davvero molti dubbi, basti pensare al gioco per Switch, Super Mario Odyssey, nel quale se non muoviamo per un po’ il nostro protagonista, Mario si assopirà e inizierà a parlare nel sonno, nominando così svariati piatti di pasta, come gli spaghetti, che non sono particolarmente diffusi nell’arcipelago nipponico. Se ci fossero ancora dei dubbi in merito alla nazionalità dell’idraulico più famoso del mondo, Shigeru Miyamoto, uno dei più grandi ideatori di videogiochi della storia e creatore di Super Mario, ha dichiarato che l’aspetto di Mario deriva dal suo amore per i fumetti stranieri che lo ha più volte spinto ad attribuire ai suoi personaggi dei tratti non Giapponesi. Inoltre, a detta dello stesso Miyamoto, Mario e suo fratello Luigi sono italoamericani e vengono da New York. Ovviamente ognuno ha il diritto di avere il suo punto di vista a riguardo, tuttavia la parola di papà Mario potrebbe avere un peso maggiore rispetto a tutte le altre. Chissà se in futuro la Nintendo prenderà posizione in merito alla questione, non ci resta che aspettare e scoprirlo.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Giuseppe Leone, ha conseguito il diploma di maturità classica presso l'Istituto Publio Virgilio Marone di Mercato San Severino. Attualmente studente presso l'Università degli Studi di Salerno. Da sempre grande appassionato di cinema, fumetti e videogames.