La Scuola Specialisti dell’A.M. ha ospitato le prove di ammissione ai Corsi di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia e delle Professioni Sanitarie

Caserta – Si sono svolte presso la Scuola Specialisti dell’A.M. le prove di ammissione ai Corsi di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia e delle Professioni Sanitarie (a.a. 2020-2021) dell’Università degli Studi della Campania “L.Vanvitelli” di Caserta.

L’attività – condotta dall’Ateneo casertano presso aree appositamente delimitate della Scuola Specialisti con il supporto anche del personale militare – è stata svolta all’interno dell’Ente nel pieno rispetto delle misure di contrasto all’emergenza COVID 19 ed ha visto la partecipazione di alcune migliaia di giovani studenti provenienti da tutto il territorio casertano. L’evento, inquadrato nell’ambito dello scambio di beni e servizi, ha confermato gli ormai consolidati rapporti di collaborazione tra l’Ateneo casertano e la Scuola Specialisti dell’A.M., la capacità di realizzare importanti sinergie ed un esempio di collaborazione tra istituzione sul territorio.

Un evento di sicuro rilievo, che ha consentito all’Università degli Studi “L. Vanvitelli” di poter selezionare, anche quest’anno, futuri medici e tecnici del settore sanitario, risorse professionali indispensabili per la comunità ed assetti pregiati nella gestione di emergenze sanitarie, come quella attualmente in corso. Il supporto dalla Scuola Specialisti dell’A.M. si inserisce in un contesto di sempre maggiore valorizzazione dei rapporti con le istituzioni del territorio locale, attraverso iniziative di alta valenza sociale e di utilità per il Paese.

La Scuola Specialisti è un Istituto militare di istruzione per le attività di formazione basica iniziale, formazione tecnica specialistica, addestramento, aggiornamento, specializzazione, qualificazione e ricondizionamento del personale dell’Aeronautica Militare, delle Altre Forze Armate, Corpi Armati e non dello Stato, nonché di personale di Forze Armate estere. Dipende dal Comando delle Scuole/3^ Regione Aerea con sede a Bari.

L’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli con sedici dipartimenti e sedi dislocate tra Napoli e Caserta, promuove un’offerta formativa professionalizzante e integrata con il territorio, sostiene la ricerca di qualità, favorisce la nascita di nuove iniziative imprenditoriali nate dai gruppi di ricerca, in una costante ottica di internazionalizzazione e di scambio culturale con altre università.

L’Ateneo è stato istituito nel 1991 ed inizia la sua attività il 1 Novembre 1992. Gli iscritti oggi sono circa 24mila. L’Ateneo può vantare sedi di Dipartimenti di grande prestigio, complessi storici monumentali restituiti al loro antico splendore, ex monasteri, conventi, abbazie con chiostri sette-ottocenteschi.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Laureata in Lettere - Indirizzo Moderno presso l’Università ‘Federico II’ di Napoli, è responsabile sales e marketing presso una importante azienda metalmeccanica. Dal maggio 2018, è Giornalista Pubblicista e collabora con ‘Mediavox Magazine’. Dal settembre 2016, è presidente del Comitato di volontariato ‘Ad Astra’ occupandosi dell’organizzazione di eventi culturali come mostre, convegni e conferenze, tra i quali: in tema di prevenzione dei tumori, la mostra fotografica ‘Scars of life’ presso l’Ospedale ‘Cardarelli’ di Napoli (marzo 2018) e presso il Consiglio Regionale della Campania (maggio 2018); il convegno ‘Cyberbullismo e bullismo’ – azioni di prevenzione e contrasto’, il convegno ‘Idee e strategie per abbattere la dispersione scolastica’ presso il Comando Aereoporto Militare di Napoli ‘Ugo Niutta’.