BLACK MYTH, WUKONG STUPISCE CON FURORE

Il 20 Agosto è stato pubblicato un trailer video di 13 minuti che mostrava il gameplay di Black Myth: Wukong, l’opera alla quale si sta dedicando il team indie cinese di Game Scienze dal 2017 ed ha avuto l’effetto di un fulmine a ciel sereno. Un gioco interessante quello con protagonista il Re delle Scimmie, ma che è passato completamente in sordina fino ad ora, probabilmente a causa della bassa notorietà del team di sviluppo, che all’attivo conta solo una trentina di membri e di cui questo sarebbe il primo progetto ambizioso che punta ad avere gli standard di un tripla A. Con più di 5 milioni di visualizzazioni su You Tube, il gioco ha stupito per la varietà di ambientazioni, il character design accattivante e le varie possibilità del gameplay. Ovviamente ispirato a “Il viaggio in Occidente”, grande classico della letteratura cinese, il gioco, stando agli sviluppatori, sarebbe il primo di una trilogia e la demo pubblicata aveva lo scopo di attirare dipendenti che potessero alleviare l’enorme mole di lavoro, riscontrando però un successo e un interesse da parte del pubblico totalmente inaspettati. Black Myth sarà un Action con componenti Gdr, con caratteristiche Souls Like come il parry ( in particolare per il combattimento sembra essere vicino allo stile di Sekiro ma in maniera più coreografica ) sebbene gli stessi sviluppatori abbiano dichiarato di essersi ispirati a God of War sperando di raggiungere gli altissimi standard dei Santa Monica Studios. Il titolo sembra essere molto vicino all’opera originale, poiché come parte del gameplay Wukong potrà effettuare ben 72 abilità, come il numero di trasformazioni che può eseguire la sua controparte letteraria ( nel trailer lo abbiamo visto trasformarsi in una cicala dorata ed un enorme essere dalle sembianze ferine ) oltre all’avere con sé il fidato bastone magico in grado di ingrandirsi e rimpicciolirsi a piacimento. Nonostante il riscontro positivo, il fondatore stesso di Game Science, Feng Ji, ha dichiarato che non si monterà la testa né farà accelerare i tempi di sviluppo, arrivando anche a scusarsi per le varie imperfezioni o sbavature viste nel trailer, come il calo di FPS in una battaglia con moltissimi nemici su schermo, la scarsa fisicità dell’acqua e la pochezza di dettagli sonori e visivi in generale, specificando che questo non rappresenta il massimo che possono dare e che ci sarà da attendere per avere un prodotto di qualità. Sembra dunque che la Cina stia finalmente dedicando tempo e sforzi nella sua industria videoludica tramite la creazione di prodotti di qualità che possano essere apprezzati da chiunque. Sfortunatamente ciò che abbiamo visto di Black Myth: Wukong è solo una pre-alpha con ancora un lungo tempo d’attesa prima del rilascio. Sperando che il progetto venga sostenuto e che gli sviluppatori trovino un publisher che li finanzi, ricordiamo che Black Myth: Wukong sarà disponibile in futuro per PC e console di nuova generazione, sebbene non sia stato specificato quali.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Giuseppe Leone, ha conseguito il diploma di maturità classica presso l'Istituto Publio Virgilio Marone di Mercato San Severino. Attualmente studente presso l'Università degli Studi di Salerno. Da sempre grande appassionato di cinema, fumetti e videogames.