Ballad 2020: l’anno zero de La Scelta

Sono tante le riflessioni su questo anno che sta per volgere al termine e che ha modificato indelebilmente il nostro modo di vivere, più che mai segnato da un futuro incerto e tutto da scrivere.

A tal proposito Ballad 2020, il nuovo singolo de La Scelta, apporta un contributo musicale importante, con un brano che affronta le contraddizioni, la precarietà di relazioni e l’instabilità lavorativa di questo periodo storico.

«I primi drammatici mesi di questo 2020, destabilizzanti sotto tutti i punti di vista – sottolinea la band – ci hanno portato a ridefinire il concetto di “libertà”, da sempre valore significativo per la nostra vita, spesso simbolo di ribellione ma adesso sinonimo di “normalità.Il 2020 segna un inedito anno zero al quale tutti eravamo impreparati, un punto e a capo per ricominciare ma anche per riflettere sul cammino fatto sin qui».

E La Scelta riesce benissimo in questo intento: dopo l’ottimo riscontro del precedente “Ho guardato il cielo” (feat. Mirko Frezza), la band romana, attiva dal 2006, torna con un bellissimo brano che indaga sulla precarietà generale che respiriamo ogni giorno.
Siamo tutti alla ricerca di una chiave che possa dare più luce alla nostra quotidianità, ma molto spesso restiamo passivi aspettando un cambiamento, una scossa che non arriva mai. Solo l’amore, ancora una volta, può compiere un piccolo miracolo e trasformare le nostre intenzioni in decisioni determinanti e azioni concrete.
Il videoclip di “Ballad 2020” è stato prodotto e realizzato dalla band stessa: «Questa volta abbiamo deciso di girarlo e montarlo autonomamente. Ciò ci ha consentito di essere liberi nelle scelte estetiche e di contenuto. Nel video ciascuno di noi rappresenta uno dei quattro elementi della natura: Terra, Acqua, Fuoco e Aria. Tutto comincia ripercorrendo all’indietro i nostri cammini individuali, fatti di luoghi e immagini che appartengono al nostro vissuto. Sul finire, ripartiamo in avanti con una folle corsa che ci porta a uno scontro, in cui le esperienze si fondono dando vita alla band. Il 2020, specie dopo il lockdown, ci ha cambiati, semplificati, avvicinati di più».
Il 2020 rappresenta un punto di svolta per La Scelta, band attualmente composta da Mattia Del Forno (voce), Francesco Caprara (batteria), Emiliano Mangia (chitarre) e Marco Pistone (basso). Forti di una chiara identità musicale, figlia della scena new rock romana, La Scelta riesce a calcare, sin dagli esordi, uno dei palchi più importanti della musica italiana, ottenendo da subito grandi riconoscimenti. Nel 2008, infatti, partecipano al Festival di Sanremo e si classificano secondi nella categoria “Giovani” con il brano “Il Nostro Tempo”.
Ma non solo: nel 2014 la band instaura una proficua collaborazione con il cantautore Ron, che partecipa a Sanremo con il brano Sing In the Rain firmato da Mattia Del Forno, così come altre 4 tracce presente nell’album “Un abbraccio unico”. Una collaborazione, quella con Ron, che prosegue negli anni e si consolida attraverso tour e nuovi brani, fino all’ultimo, L’ottava meraviglia (2017) interpretata da Ron al 67° Festival di Sanremo. La loro musica parla lingue diverse, attinge dal ricco sottobosco italiano, guarda all’Europa e va a curiosare in giro per il Mediterraneo. Siamo sul terreno del suono multiculturale ma con radici salde nella tradizione testuale italiana.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Laureata in Giornalismo e Cultura editoriale all' Università di Parma nel 2018. Ha collaborato con italianradio.eu come articolista e conduttrice radiofonica di Radio Pizza Olanda, il canale di informazione per gli italiani residenti nei Paesi Bassi. Dopo una breve esperienza formativa negli studi di Radio ART si è trasferita in Svizzera e attualmente vive a Montreux. Appassionata di musica, moda, cinema e tecnologia.