AMONG US, UN RITORNO INSOSPETTABILE

Negli ultimi mesi Among Us ha fatto strage di visual su Twitch, diventando in poco tempo il gioco più streammato di Settembre superando anche Fall Guys a cui spesso viene paragonato; tuttavia, vi è una differenza sostanziale tra i due titoli che non ha niente a che fare con il genere o il gameplay: Fall Guys è stato rilasciato agli inizi di Agosto, mentre Among Us è in circolazione già dal 2018. Nel primo anno di uscita il gioco aveva già raggiunto quota un milione di download sebbene fosse ancora ben lontano dall’essere conosciuto al grande pubblico, cosa effettivamente accaduta nell’ultimo paio di mesi grazie al fatto che diversi streamer lo hanno giocato sulla piattaforma viola. Avendo acquisito una certa visibilità, sempre più persone hanno iniziato a giocarci permettendo al titolo di superare il traguardo di 100 milioni di download con circa un milione e mezzo di giocatori nello stesso momento, cosa che ha inevitabilmente messo a durissima prova i server che, sebbene migliorati, fanno ancora fatica a reggere l’inaspettato numero di utenti. Un’altra curiosità riguardo ad Among Us era l’iniziale intenzione degli sviluppatori, la Innersloth, piccola casa di sviluppo statunitense che conta soli tre membri effettivi, di rilasciare in futuro un sequel del gioco. Sfortunatamente gli sviluppatori non avevano fatto i conti con l’enorme afflusso di giocatori da gestire e hanno pertanto deciso di accantonare il progetto di un seguito e inserire le idee che avevano messo da parte direttamente su Among Us per migliorare sensibilmente l’esperienza di gioco, come una nuova mappa, server più potenti, la possibilità di aggiungere amici ( al momento è possibile giocare insieme entrando nella stessa stanza condividendo il relativo codice ) e altro ancora. Per chi non dovesse averne sentito parlare, Among Us è un gioco per PC e dispositivi Mobile basato sull’investigazione: all’interno di una navicella spaziale un totale di dieci giocatori, divisi in due gruppi, dovranno portare a termine i rispettivi obiettivi che consistono in operazioni di manutenzione per quanto riguarda i membri dell’equipaggio che costituiscono la maggioranza, mentre gli impostori ( possono essercene da uno fino a tre per partita ) devono uccidere tutti i presenti e ostacolarli tramite il sabotaggio. Ogni qual volta che si hanno dei sospetti o viene rinvenuto un cadavere è possibile convocare una riunione d’emergenza in cui si espongono le informazioni a propria disposizione ( spesso volutamente false ) nel tentativo di individuare il colpevole ed espellerlo dalla navicella, anche se non di rado lo stesso capita agli innocenti, qualora l’impostore dovesse essere abbastanza abile da depistare i sospetti. Con una grafica minimalista e un gameplay semplice che deve tutto il suo fascino all’interazione tra i giocatori, Among Us è fortemente ispirato a giochi di società come Mafia, detto anche Lupus in Tabula, il che lo rende perfetto per essere giocato in compagnia di amici, sebbene nel caso doveste ucciderli o far sì che vengano accusati al posto vostro potrebbero tranquillamente scegliere di non esserlo più, un po’ come accade a Monopoly.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Giuseppe Leone, ha conseguito il diploma di maturità classica presso l'Istituto Publio Virgilio Marone di Mercato San Severino. Attualmente studente presso l'Università degli Studi di Salerno. Da sempre grande appassionato di cinema, fumetti e videogames.