Non credo basterà: la recensione del nuovo EP di Umberto Ti.

Non credo basterà” è il nuovo lavoro di Umberto Ti., pseudonimo di Umberto Tramonte, cantautore padovano che ha già all’attivo ben due album di successo: “Cielo incerto” (2016) e “Alaska” (2018).
In pochi anni, Umberto Ti. è riuscito a farsi notare subito, grazie a un’innata sensibilità musicale che ha come punto di riferimento la canzone d’autore tradizionale, innovata da un approccio personale alla metrica e alla lingua italiana.
Le incursioni di rock, pop e indie dimostrano, invece, la sua spiccata dote per lo sperimentalismo, che si avverte sin dalle prime note dell’intro del nuovo EP.
Con “Non credo basterà” continua il viaggio musicale di Umberto Ti. che sotto la direzione artistica di Giuliano Dottori, realizza un EP con 5 brani inediti, piccoli gioielli in musica. Questo nuovo lavoro si distingue fin da subito per le sonorità più acustiche e mediterranee, le quali si mescolano a strumenti insoliti come il bouzouki greco, a sua volta affiancato da chitarre elettriche afro-funky.
Umberto Ti. porta avanti il suo tipo di cantautorato italiano, senza aver paura di sperimentare: i testi dialogano con il sax, con le parti di clarinetto e con i flauti, mentre le batterie si mescolano con le percussioni, animate da ritmiche arabeggianti.
Un viaggio caldo, fatto di colori e di atmosfere suggestive, che in un periodo storico come questo offrono lo spunto per poter viaggiare con la mente, magari verso mete esotiche e lontane.
Tra i brani spicca proprio il singolo che ha anticipato l’uscita dell’EP e che dà il titolo all’album: “Non credo basterà” è una canzone sensuale, con un ritmo trascinante e ipnotico, come lo sono i movimenti di danza di Jessy Miatello, la modella che ha partecipato alle riprese del videoclip diretto da Giulio Favotto.
Un viaggio tra i ricordi attraverso metafore poetiche altamente simboliche, che richiamano alla mente un amore giovanile sbiadito dal tempo.
Anche negli altri brani – Figli, Come Fratelli, Resina, La fine del mondo- Umberto Ti. racconta storie di legami, ricordi e malinconie, alternando sonorità dolci e tranquille a ritmi più freschi e ballabili. La combinazione tra le melodie ha un risultato davvero spiazzante sull’ascoltatore, che rimane catturato dalle atmosfere e dai suoni più diversi, percependo gli echi di Paesi e culture lontane.
Tutto questo senza perdere di vista il proprio Paese: nel brano “Figli” emerge una sorta di rassegnazione, nel constatare quanto l’Italia fatichi a camminare al passo con i tempi, volgendo il suo sguardo perennemente al passato.
“Non credo basterà” è un album pieno di contaminazioni e suggestioni lontane in perfetto accordo con voce e testi. La direzione presa da questo giovane cantautore è davvero interessante, e ci auguriamo che in Italia possa davvero apportare quel cambiamento musicale tanto sperato. Le premesse ci sono tutte.

Il videoclip ufficiale
Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Laureata in Giornalismo e Cultura editoriale all' Università di Parma nel 2018. Ha collaborato con italianradio.eu come articolista e conduttrice radiofonica di Radio Pizza Olanda, il canale di informazione per gli italiani residenti nei Paesi Bassi. Dopo una breve esperienza formativa negli studi di Radio ART si è trasferita in Svizzera e attualmente vive a Montreux. Appassionata di musica, moda, cinema e tecnologia.