ZAYN URLA: NOBODY IS LISTENING



Da poche settimane è uscito il terzo album da solista del cantante britannico Zayn Javad Malik, noto come Zayn, “Nobody is listening” (RCA Records/Sony Music) e già sta scalando le classifiche mondiali di vendita. Un disco realizzato interamente dall’artista, che ha avuto il totale controllo della produzione creativa partendo dalla sonorità dei brani fino alla progettazione della copertina.
L’album, composto da 11 brani, contiene molti riferimenti autobiografici. Ad esempio nel primo brano “Calamity”, in cui lo spoken word Zayn sembra quasi un fiume in piena di parole, punteggiate da piacevoli accordi di pianoforte, racconta di sé, della figlia Khai, della moglie, la modella statunitense Gigi Hadid e della loro intensa storia d’amore.
Altre due canzoni, “Better” e “Vibez”, sono state fatte uscire in anteprima per il lancio dell’album. Wonderland magazine ha definito Better una “traccia R&B semplice, progettata per mostrare una delle voci più abili del pop moderno, che racconta l’amore nonostante le divergenze.” Quest’ultima ad oggi ha raggiunto oltre 105 milioni di stream e mezzo milione di visualizzazioni nei primi 10 minuti dalla pubblicazione su Youtube.
I brani “When love’s around” e “Windowsill” sono impreziositi rispettivamente dalle voci di Syd e di Devlin. I temi generali che ritornano nelle diverse canzoni sono l’amore, le relazioni, le ansietà, la malinconia e l’inquietudine.


“Posso resistere all’oscuro Abisso?/ Lascia un segno su questo inizio, esisti…”
“Can I resist the dark Abyss?/ Leave a mark on this with no start, just exist…”

“Nessuno mi sta ascoltando/ nessuno mi sta ascoltando/ nessuno mi sta ascoltando…”
“Nobody is listening to me/ nobody is listening to me/ nobody is listening to me…”


Attraverso Nobody is listening Zayn, con un timbro di voce caldo e avvolgente, ci permette di entrare nel suo mondo e di scrollarsi di dosso tutto il suo passato.
La cover di “Nobody is listening” è decisamente interessante: prima di tutto, colpisce anche da lontano per la ricchezza e il contrasto dei colori. Su uno sfondo nero in alto a sinistra compare a grandi caratteri in alfabeto maiuscolo rosso il nome del cantante. Nella restante parte della cover, ecco in primo piano degli ovali bianchi a due a due, cioè gli occhi quasi senza vita di persone, che non sono persone, fatte solo di macchie di colore diverso, verde, rosso, marrone, giallo, arancione. Sono il suo non pubblico, persone che ci sono, ma non riescono ad ascoltarlo.
Il ventottenne Zayn, senz’altro uno dei talenti più entusiasmante nel panorama della musica internazionale, è un ex componente della boy band One Direction, che dal marzo 2015 ha intrapreso una fortunata carriera da solista. “Mind of Mine” è stato l’album del suo debutto a cui è seguito “Icarus Falls”. Con Mind of Mine, Zayn è diventato il primo cantante solista al mondo ad essere allo stesso tempo al primo posto nelle classifiche degli album del Regno Unito e degli Stati Uniti nella prima settimana di pubblicazione. Il disco è stato elogiato dalla critica al momento della pubblicazione e poi ha ricevuto l’incoronazione da parte dei fan.

Laureata in Scienze politiche presso l’Università Orientale di Napoli, ha pubblicato due raccolte liriche ottenendo vari riconoscimenti dalla critica. Tra le sue pubblicazioni, i libri per ragazzi “Scricchiolino” (che in modo frizzante ma profondo, narra le difficoltà di crescere di un ragazzino) e “Colpire al cuore” (uno spaccato del mondo adolescenziale d’oggi, presentato nel 2013 al Salone Internazionale del Libro di Torino). E’ addetto stampa per l’Italia del “Festival della Poesia Europea di Francoforte sul Meno”. Nel 2016, ha pubblicato L’ombra della luna nuova A’ storia du rre e’ Castiellammare: una finestra sulla vita di provincia e sull’Italia fascista dei primi del Novecento. Il testo è stato presentato a “Casa Menotti” nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto. Ha pubblicato "Noi siamo un passo avanti".