“RETRO POP” dei DISCO ZODIAC

Disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming il primo album dei DISCO ZODIAC, “RETRO POP”.
Musicalmente, “Retro Pop” registrato allo Studionero di Roma e prodotto da Marta Venturini, non tradisce le attese create dal titolo del progetto: i Disco Zodiac puntano forte all’orecchiabilità delle loro melodie. Sonorità anni ‘60 e sonorità più attuali, usando il pop come unico filo conduttore.


«È stato un percorso lungo e faticoso, soprattutto durante il lockdown, ma non ci siamo mai fermati» – racconta la band – «avevamo voglia di nuove atmosfere, di un linguaggio più semplice e suoni “gommosi”. Così ce ne siamo fregati delle sonorità del momento, delle hit e della trap per creare qualcosa in cui credere, cercando semplicemente di divertirci e di farci ispirare dai vecchi cantautori italiani. Se non fosse stato per Marta Venturini tutto questo non sarebbe stato possibile, insieme a lei il concetto di “retro pop” ha preso vita nella nostra mente e poi nel nostro disco».


Oltre all’album è in rotazione radiofonica il nuovo singolo della band romana: “Cosmonauti” .
Un progetto prettamente legato al fil rouge sentimentale: riflessioni, rimpianti, dichiarazioni d’amore ed ammissione d’errori.
Il tutto caratterizzato da un persistente velo di malinconia che viene adeguatamente supportato dalla musica.
Una canzone carica di emozioni che ci invita a riflettere sui nostri limiti e sulla voglia di superarli, evadendo da tutte le paranoie e dai giudizi che spesso ci circondano.
E’ giusto e sano sperimentare, anche grazie alla musica, i nostri limiti, che sono semplicemente qualcosa che ci obbliga a fare i conti, a farci tornare sui nostri passi, a scoprire pian piano la nostre mete più vere.
Anche questa volta il sound della band non si smentisce e rispecchia appieno il concetto di “retro pop”, con un testo maturo e una melodia semplice che prende vita a poco a poco fino a un ritornello tutto da cantare.

«“Cosmonauti” è una canzone nata un po’ per gioco, volevamo provare a scrivere un singolo per qualcun altro e ci siamo allontanati dalla nostra quotidianità per buttare giù il testo. Abbiamo immaginato di essere più grandi dell’età che abbiamo lasciandoci ispirare da cantautori come Raf e Luca Carboni. Alla fine è venuta fuori una canzone super pop al punto che abbiamo fatto le corse per inserirla nell’album già praticamente finito»: raccontano i Disco Zodiac.

Biografia
Band del litorale romano, i Disco Zodiac si riuniscono ufficialmente nel 2012 e cominciano ad avere un proprio seguito grazie ai primi brani originali. Nell’estate 2014 partecipano al contest Postepay Rock in Roma Factory aggiudicandosi il primo premio. Nel 2015, dopo la pubblicazione dell’EP “Linda e i suoi difetti” aprono il concerto agli Alt-J. Nell’estate del 2018 lanciano il brano Della Città che apre le porte alla loro nuova sonorità retro-pop. In seguito iniziano a collaborare con Marta Venturini per la produzione di nuovi singoli, come Vino che resta in vetta alla playlist Scuola Indie di Spotify per diverse settimane. Alle fine del 2019 esce Platino e nel 2020 la band pubblica altre due canzoni, Supereroi e Scusami, aprendo la strada al loro primo album “Retro Pop”, disponibile dal 27 gennaio 2021. I Disco Zodiac sono composti da: Alessio Modica (voce e chitarra), Lorenzo Lambusta (chitarra), Marco Pula (batteria), Jacopo Pisu (basso), Michele Tortora (tastiere).

https://www.facebook.com/discozodiac/ https://www.instagram.com/discozodiac

Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso l’I.S.I.S. “G. Fortunato” di Angri , di cui è anche collaboratore-vicario. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno con 110/110 con lode e licenziata in Teologia Dommatica summa cum laude presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sez. San Tommaso, ha conseguito due Master in Studi storico-religiosi ( Ebraismo, Cristianesimo e Islam; Il Cristianesimo antico nel suo contesto storico) presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il Master di II livello Management e Leadership delle Istituzioni Educative presso l’Università degli Studi di Bologna e il master Didattica e Psicopedagogia per i disturbi specifici di apprendimento presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha pubblicato molti volumi. Sensibile e attiva nel dibattito socio-culturale sul territorio campano.