622: L’ALBUM D’ESORDIO DI BOREALE


Anticipato dal fortunato singolo “Tienila stretta questa felicità”, è uscito “622” l’album d’esordio di Boreale, registrato e mixato allo StudioNero di Roma e prodotto da Marta Venturini

L’EP che contiene cinque tracce, racconta e racchiude tutti i seicentoventidue giorni di Boreale, dall’uscita del primo singolo a oggi. Cinque storie che in qualche modo sono collegate ad ognuno di noi in un momento complicato e pieno di interrogativi che fa da sfondo a queste canzoni. Un amore in crisi e, forse, perso. Oppure una riflessione introspettiva con uno slancio di crescita e ottimismo in “Autostima” dai ritmi allegri che parla soprattutto della voglia di credere in se stessi. Le chitarre acustiche fanno da base a tutti e cinque i brani mentre si alternano strumenti.
Comunque, il brano da cui non si può prescindere è “Tienila stretta questa felicità”. La felicità ti sorprende, sempre. Passiamo molto tempo a pensare al passato, a quando si era felici, a quando si stava meglio e poi in un attimo la tristezza, inafferrabile e imprevedibile, viene cancellata da un impeto.


Se solo potessi portarmi a guardare il cielo senza aspettarsi niente. Tienila stretta questa felicità. E raccontami di noi anche solo un piccolo particolare. Quante cose poi rimangono. Tienila stretta questa felicità.”

Il sound delicato e sognante di “La tua bocca” sottolinea quanto sia importante il sentimento dell’amore.


Spero solo di incontrarti un giorno, magari in uno dei pianeti del sistema solare che ci sia il mare intorno ma per me è bello anche incontrarti in un sogno. Ti mando un bacio anche se sei stanca. Ti dedico un’altra canzone nello stupore della notte… È bello il mare quando ti tocca guarda l’onda prima che ci travolga lascia che ci travolga”.

Le chitarre acustiche fanno da base a tutti e cinque i brani mentre si alternano strumenti come violini, trombe, chitarre funky ed elementi più retrò, fino a raggiungere atmosfere più attuali con l’utilizzo di strumenti elettronici e suoni più ricercati. Un aggraziato equilibrio tra musica e testi rende molto gradevole l’ascolto di questo album.

https://www.facebook.com/borealemusica/https://www.instagram.com/borealemusica/

BiografiaBOREALE è Alessandro Morini, un cantautore sui generis dalle spiccate caratteristiche contrapposte ma mai contraddittorie. In una perpetua mischia, convivono in lui un passato punk e un pop che vede in questo progetto l’alba di un nuovo inizio. Boreale non vuole raccontare viaggi lunghissimi e infiniti nelle terre del Nord, non racconta né trae ispirazione dalla prima volta di fronte all’Aurora Boreale. Non vuole nulla di tutto questo. Boreale è la brezza di un immaginario che si porta con sé il nome stesso; è colori pastello sparati; è le sue stesse ultime tre lettere che racchiudono e ricoprono la personificazione umana di Alessandro in sé. Un nuovo modo di scrivere e vivere la musica, molto più intimo e personale.

Laureata in Scienze politiche presso l’Università Orientale di Napoli, ha pubblicato due raccolte liriche ottenendo vari riconoscimenti dalla critica. Tra le sue pubblicazioni, i libri per ragazzi “Scricchiolino” (che in modo frizzante ma profondo, narra le difficoltà di crescere di un ragazzino) e “Colpire al cuore” (uno spaccato del mondo adolescenziale d’oggi, presentato nel 2013 al Salone Internazionale del Libro di Torino). E’ addetto stampa per l’Italia del “Festival della Poesia Europea di Francoforte sul Meno”. Nel 2016, ha pubblicato L’ombra della luna nuova A’ storia du rre e’ Castiellammare: una finestra sulla vita di provincia e sull’Italia fascista dei primi del Novecento. Il testo è stato presentato a “Casa Menotti” nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto. Ha pubblicato "Noi siamo un passo avanti".