Festa della Madonna delle Galline a porte chiuse

Pagani (SA): la Fede, la Storia e la Tradizione non si fermano

La città di Pagani si prepara a vivere i giorni della festa in onore della Madonna delle Galline, ma, per il secondo anno consecutivo, è costretta a fare i conti con le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria.
Saranno, come sempre, giorni di grande fede e di intensa spiritualità.
Per questa ragione, i riti tradizionalmente più partecipati della festa saranno celebrati a porte chiuse. È una decisione di responsabilità e di prudenza, assunta dall’Arciconfraternita, d’intesa con la Curia, per tutelare il più possibile la salute di tutti, confidando nella comprensione e nella collaborazione dei fedeli.
Le celebrazioni sono, ovviamente, state organizzate in modo da raggiungere il maggior numero di persone possibile attraverso la televisione e i nuovi strumenti digitali.

  • Il programma religioso prevede, come sempre, la celebrazione del Rito di Apertura del Santuario, che si svolgerà a porte chiuse e con la sola presenza dei Confratelli e delle Consorelle venerdì 9 aprile alle ore 18.00. A seguire, la Santa Messa. Tutto sarà trasmesso in diretta TV da Telenuova e rilanciato, sempre in diretta, sulla pagina Facebook dell’ dell’OFM – Orchestra Filarmonica Campana. Con le stesse modalità (porte chiuse, presenza solo dei Confratelli, diretta TV e Facebook), sarà vissuta la Solenne Celebrazione Eucaristica di domenica 11 aprile alle ore 10.00, presieduta da S.E Mons. Giuseppe Giudice, Vescovo di Nocera – Sarno.
  • Ai momenti di preghiera l’Arciconfraternita ha affiancato anche due eventi di carattere artistico-culturale, anch’essi a porte chiuse.
  • Il primo, fissato per venerdì 9 aprile alle ore 21.00, è l’undicesima edizione di Mistica, la rassegna di canti sacri tra lirica e popolare con Vincenzo Romano, Laura Paolillo e Leo Coppola. Il concerto sarà trasmesso sulla pagina Facebook dell’Arciconfraternita.
  • Il secondo è invece Spirito Mariano, il concerto dell’OFM – Orchestra Filarmonica Campana diretta da Giulio Marazia, con musiche di Giovanni Battista Pergolesi e Sant’Alfonso Maria de Liguori. L’appuntamento è per sabato 10 aprile alle ore 20.45, ancora in streaming sulle pagine Facebook dell’ dell’OFM – Orchestra Filarmonica Campana e dell’Arciconfraternita.
Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso l’I.S.I.S. “G. Fortunato” di Angri , di cui è anche collaboratore-vicario. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno con 110/110 con lode e licenziata in Teologia Dommatica summa cum laude presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sez. San Tommaso, ha conseguito due Master in Studi storico-religiosi ( Ebraismo, Cristianesimo e Islam; Il Cristianesimo antico nel suo contesto storico) presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il Master di II livello Management e Leadership delle Istituzioni Educative presso l’Università degli Studi di Bologna e il master Didattica e Psicopedagogia per i disturbi specifici di apprendimento presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha pubblicato molti volumi. Sensibile e attiva nel dibattito socio-culturale sul territorio campano.