L’INNO DEGLI EUROPEI ACCUSATO DI PLAGIO

Speciali Uefa Euro 2020


Nei giorni scorsi sui social è nata un’accesa polemica riguardo un’accusa di plagio: il brano inno degli Europei 2020, “We Are The People”, scritto dal front man degli U2 Bono, con l’aiuto di Martin Garrix per alcune melodie, e l’aiuto del collega The Edge alla chitarra, secondo molti utenti presenta non poche similitudini con il brano “Ringo Starr“, presentato a Sanremo 2020 dal gruppo bergamasco Pinguini Tattici Nucleari.

In particolare, dopo il ritornello è presente un refrain caratterizzato da trombette sintetiche che secondo molti ricorda fin troppo il motivetto della canzone dei Pinguini, e secondo alcuni la somiglianza è tale da sentire la necessità di urlare al plagio. È innegabile che in effetti i due stacchi si assomiglino non poco, ma sul motivo per cui i due brani siano così simili non ci è dato sapere molto. Fortunatamente, sembra che solo i fans abbiano considerato questa vicenda sotto una luce negativa, poiché in merito è intervenuto lo stesso Riccardo Zanotti, cantante e leader dei Pinguini Tattici Nucleari, che come portavoce del suo gruppo ha lasciato un commento su Facebook, nel quale afferma “Chiamatemi l’Al Bano di Albino“; nonostante non faccia nessun riferimento a questo evento nello specifico, il fatto che il frontman dei Pinguini si stia riferendo al caso sopracitato è evidente, poiché nel suo commento, carico di ironia che è una caratteristica storica della sua band, oltre alle sue origini bergamasche allude ad un’altra accusa di plagio di un testo musicale, nello specifico ad un caso risalente al 1992, ovvero quando Al Bano (appunto) accusò Michael Jackson di aver copiato la sua canzone “I cigni di Balaka” che cantò al fianco di Romina per realizzare “Will you be there“. Per via dell’accusa, lo stesso Jackson fu portato in tribunale a Roma e fu ritenuto inizialmente colpevole di aver plagiato la canzone di Al Bano, ma in seguito la Corte di appello civile di Milano stabilì che entrambi gli artisti avessero tratto ispirazione da “Bless You For Being An Angel” degli Ink Spots, risalente al 1939 e priva di diritto d’autore, sentenza che portò Al Bano a perdere il processo. Nonostante la vicenda si basi su un’accusa piuttosto grave come il plagio, nessuna delle parti sembra avere ripercussioni o risentimento per la vicenda e ovviamente si spera che continuerà ad essere così.

ASCOLTA ENTRAMBE LE CANZONI

WE ARE THE PEOPLE 👇

RINGO STARR 👇

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Giuseppe Leone, ha conseguito il diploma di maturità classica presso l'Istituto Publio Virgilio Marone di Mercato San Severino. Attualmente studente presso l'Università degli Studi di Salerno. Da sempre grande appassionato di cinema, fumetti e videogames.