AZZURRI DA RECORD PRONTI PER GLI OTTAVI!


Difficilmente la fase a gironi di questo Euro 2020 poteva andare meglio per i nostri Azzurri: tre vittorie in tre partite, primo posto nel girone e al di là del risultato i nostri ragazzi in campo mostrano tantissima voglia di giocare e soprattutto di divertirsi, caratteristiche che li hanno aiutati a conquistare una serie di record non da poco.

Infatti, dopo la vittoria di domenica contro il Galles per 1-0, grazie al gol di Matteo Pessina al 39° (primo gol in un campionato europeo per il ventiquattrenne centrocampista), l’Italia del Mancio ha raggiunto quota 11 vittorie di fila, un record detenuto dallo stesso Roberto Mancini che lo aveva conseguito dal 2018 al 2019, pochi mesi dopo essere nominato come nuovo CT della Nazionale italiana; tuttavia queste 11 vittorie hanno un sapore particolare poiché l’Italia in questa serie di trionfi ha sempre mantenuto la sua porta inviolata, grazie agli sforzi congiunti del nostro portiere Super Gigio Donnarumma, della difesa guidata dal capitano Giorgione Chiellini e di tutti gli altri Azzurri, ma ovviamente a Mancini non basta perché ora lo scopo è superare sé stesso. Come se non bastasse, in quell’afoso pomeriggio all’Olimpico contro i Dragoni, l’Italia ha eguagliato un altro storico record, stabilito da quello che può essere definito uno dei mostri sacri del panorama calcistico italiano e non solo, ovvero Vittorio Pozzo, una leggenda che ha guidato gli Azzurri tra gli anni Trenta e Quaranta e che ha impresso il suo nome a fuoco nella storia di questo sport vincendo ben due mondiali di fila (Italia ‘34 e Francia ’38), l’unico ad esserci riuscito finora, l’oro alle Olimpiadi di Berlino del 1936 (unico oro della nostra Nazionale) e ben due Coppe Internazionali, per un totale di cinque titoli che fanno di Pozzo il CT più titolato della storia. Ebbene, il Mancio è riuscito a raggiungere proprio un personaggio simile, arrivando a quota 30 risultati utili di fila, ma come sempre la sete del nostro commissario tecnico non si placa e si è già prefisso l’obiettivo di superare Pozzo al quale tuttavia sa benissimo di non potersi nemmeno paragonare finché non avrà vinto un titolo importante con i suoi ragazzi, evento che allo stato attuale non sembra poi tanto inverosimile, specialmente se consideriamo che l’epoca Mancini è subentrata dopo una delle più grandi disfatte della Nazionale italiana, ovvero la mancata partecipazione al mondiale 2018 in Russia, dopo 14 qualificazioni di fila per le fasi finali del massimo campionato per Nazionali in ambito calcistico. Il rilancio degli Azzurri sta dunque proseguendo a gonfie vele, ma con la qualificazione agli Ottavi si inizia ad entrare nella fase clou di questo Europeo e l’Italia deve fare tutto il possibile per continuare a vincere e macinare record. Il giorno in cui Roberto Mancini potrebbe davvero superare Vittorio Pozzo per risultati utili consecutivi è il 26 giugno, quando i nostri ragazzi metteranno piede sul campo del Wembley Stadium, dove si giocheranno anche le semifinali e la finale di questo campionato.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Giuseppe Leone, ha conseguito il diploma di maturità classica presso l'Istituto Publio Virgilio Marone di Mercato San Severino. Attualmente studente presso l'Università degli Studi di Salerno. Da sempre grande appassionato di cinema, fumetti e videogames.