Cerimonia della Xlll edizione del Premio Biagio Agnes

La Xlll edizione del “Premio Internazionale del Giornalismo e dell’Informazione Biagio Agnes” è andata in onda pochi giorni fa su Rai 1.

L’evento televisivo è stato ospitato nel magnifico Giardino Romantico di Palazzo Reale a Napoli ed è stato condotto da Alberto Matano e Mara Venier.

I conduttori – foto tratta dal web

La Giuria del Premio è stata presieduta dal giornalista Gianni Letta. Questo premio è stato istituito nel 2009 da Simona Agnes, presidente della “Fondazione Biagio Agnes” in onore del noto giornalista e Direttore Generale della Rai.
Sono stati ospiti della serata Roberto Vecchioni, Serena Autieri, Lina Sastri e Marco Masini che hanno intrattenuto il pubblico con significative e note canzoni d’autore.


Il Premio Giornalista Scrittore è stato consegnato al conduttore e scrittore Bruno Vespa dalla giornalista del Tg1 Emma D’Aquino.

Il Premio per la Televisione è stato assegnato a Myrta Merlino, conduttrice della trasmissione televisiva “L’aria che tira”.

Il conduttore Alberto Matano ha consegnato il Premio per la Fiction a Lino Guanciale attore – protagonista della serie televisiva “Il commissario Ricciardi” basata sui romanzi dello scrittore Maurizio De Giovanni e andata in onda su Rai 1. Durante la premiazione Lino Guanciale dichiara che “a dispetto del carattere schivo, del dolore che affligge il personaggio/protagonista, è una serie estremamente empatica, è una serie che indaga la profondità dei sentimenti più vivi”. Nella Napoli del 1932, infatti, Luigi Alfredo Ricciardi è un commissario tormentato dall’idea di dover catturare gli assassini. Il motivo di questa ossessione è che vede gli spettri delle vittime di morte violenta e ne ascolta gli ultimi pensieri. “Un racconto coinvolgente, le radici come valore, un’indagine sul senso ultimo della vita e del dolore”: quest’ultima è stata la motivazione breve ma efficace che ha indotto la Giuria ad assegnare il Premio Biagio Agnes per la Fiction alla serie televisiva “Il commissario Ricciardi”.

Lino Guanciale ritira il Premio per “Il Commissario Ricciardi” – foto tratta dal web
Lino Guanciale al Gambrinus – foto tratta dal profilo Instagram ufficiale di Lino

Il Premio della Carta Stampata è stato assegnato a Massimo Franco, saggista e giornalista del Corriere della Sera e il Presidente della Giuria Gianni Letta ha letto la seguente motivazione: “L’equilibrio come stile, la discrezione come politica, il rigore come regola” e aggiunge poi: “l’affidabilità dell’informazione, la lucidità dell’analisi, la pacatezza del linguaggio nel dibattito televisivo”.

Successivamente il Premio per la Radio è stato assegnato a Rai Radio ed è stato ritirato dal Direttore Roberto Sergio, accompagnato dalla conduttrice radiofonica di Rai Radio 1, Geppi Cucciari.

Il Premio per la Divulgazione Culturale è stato vinto da un altro giornalista del Corriere della Sera Paolo Conti. Alberto Matano ha letto la motivazione: “Il rispetto per la storia, la cultura come ricerca quotidiana, il dialogo sul presente”.


Il Premio per il Cinema è stato assegnato alla giornalista del Corriere della Sera, Emilia Costantini che si è sempre occupata di cultura, teatro e spettacolo.

Il Direttore del quotidiano La Stampa, Massimo Giannini, riceve il Premio del Giornalismo Crossmediale e viene premiato dal Direttore di Rai 1, Stefano Coletta che, facendo trapelare un po’ di emozione, legge: ”I linguaggi che si evolvono, le frontiere che si abbattono, il rigore dell’informazione”.


Il Premio Internazionale viene assegnato alla giovane giornalista e attivista afghana Rahila Saya che pochi giorni fa è riuscita a fuggire da Kabul, Afghanistan. Il Presidente Gianni Letta legge la commovente motivazione: ”Il coraggio di raccontare, la forza di testimoniare, un esempio per le donne che non si arrendono alla violenza”.

Il Premio per il Miglior Cronista è stato vinto da Barbara Jerkov.

Poi il Premio Giornalista Economico è stato assegnato a Fabio Tamburini, Direttore de Il Sole 24 Ore.

La trasmissione televisiva di Rai Cultura “Newton” ha vinto il Premio Innovazione e Sostenibilità.

Il giornalista consegna il Premio Speciale a Francesca Fialdini e legge la motivazione: ”Il racconto nel profondo, la sensibilità come vocazione, la passione senza limiti”.

La trasmissione televisiva “Il Circolo degli Anelli” riceve il Premio Giornalismo Sportivo, ritirato da Alessandra De Stefano conduttrice del programma.

Infine, Carlo Verna, Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, consegna il Premio per la Divulgazione Digitale al Direttore di Milano Finanza, Roberto Sommella.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Docente di Sostegno ed Insegnante Tecnico Pratico di Chimica e Biologia nella scuola Secondaria di II Grado. Diplomato in “Liceo Classico” e specializzato in “Tecniche di Monitoraggio e Gestione del Territorio e dell’Ambiente”. Il confronto con questo percorso formativo ha fatto emergere una certa sensibilità ed uno spiccato interesse riguardo ai temi di salvaguardia e monitoraggio dell’ambiente. Ha partecipato ad una esperienza di volontariato presso una clinica pediatrica a Gornja Bistra, Zagabria (Croazia). È stato membro di un’associazione di volontariato no profit che si occupa di aiuti umanitari ai Paesi del Sud del mondo, nonché di campagne di sensibilizzazione su questioni sociali e culturali. Lettore assiduo di saggistica, quotidiani e settimanali. Appassionato di arte, cinema, musica e sport.