RIOT GAMES E L’INTRATTENIMENTO OLTRE LOL


Già da diversi anni Riot Games sta offrendo titoli di qualità in ambito videoludico oltre a League of Legends, che rimane ovviamente il loro prodotto di punta, come Teamfight Tactics, gioco spin off del genere strategico-auto battler interno allo stesso Lol, o Valorant, il primo FPS sfornato da casa Riot che ha dato una spinta in più al gaming a livello agonistico. Tuttavia, i videogiochi non sono l’unico modo con cui la Riot sta deliziando i suoi fan e i gruppi musicali fittizi delle K/DA, Pentakill e True Damage sono la perfetta dimostrazione di ciò ma i creatori del Moba più giocato al mondo non si sono certo fermati qui, poiché di recente dopo ben sei anni di lavorazione è finalmente disponibile su Netflix la prima serie tv ambientata nel mondo di Lol, ovvero Arcane, opera acclamata dai fan e dalla critica che ci permette di approfondire la storia di alcune regioni presenti nell’universo di Lol, come Piltover e Zaun, oltre che le origini di alcuni campioni particolarmente apprezzati dai giocatori. Ovviamente giocare a League of Legends offre delle emozioni aggiuntive a chi esplora brani musicali o storie che ne derivano, ma ci sono moltissimi casi di utenti che fruiscono tranquillamente di queste opere senza aver giocato la fonte che le ha ispirate e in alcuni casi non si è nemmeno a conoscenza che derivino da Lol. Nonostante l’impegno profuso in ambiti esterni a quello videoludico, ovviamente, quest’ultimo rimane il mezzo principale con cui Riot punta a diffondere la storia dell’universo da loro creato, perché la lore di Runeterra è così vasta e sfaccettata oltre che in continua evoluzione ed aggiornamento che si è deciso di esplorarla in altri giochi ancora, e non per forza sviluppati dalla sopracitata società americana. Infatti, ha avuto da poco luogo lo showcase di Riot Forge, un’etichetta di Riot Games che ha lo scopo di collaborare con studi indipendenti esterni per la realizzazione di titoli di vario genere ambientati nell’universo di Runeterra; nello showcase in questione, durante il quale è anche stata annunciata una collaborazione con Nintendo, sono stati mostrati titoli di cui il pubblico era già a conoscenza, come Ruined King ed Hextech Mayhem, attualmente disponibili. Il primo titolo, sviluppato da Airship Syndicate, è un GDR a turni nel quale un party di sei personaggi potrà esplorare Bilgewater e le Isole Ombra con una visuale isometrica per poi cambiare completamente appena si incontra una minaccia; il secondo titolo invece, sviluppato da Choice Provisions, è un runner musicale in cui Ziggs si farà strada a suon di esplosioni (rigorosamente a ritmo di musica) per le strade di Piltover mentre Heimerdinger cerca di fermarlo. Inoltre, durante lo showcase sono state mostrate altre due uscite, ovvero CONV/RGENCE, un action platform 2D annunciato alcuni anni fa e sviluppato da Double Stallion Games con protagonista Ekko che dovrà sfruttare a pieno la sua capacità di riavvolgere il tempo per sopravvivere ai pericoli di Zaun con lo scopo di salvare la città dagli intrighi di alcuni Baroni Chimici, e Song of Nunu, un action adventure sviluppato da Tequila Works e ambientato nel gelido Freljord che il piccolo Nunu dovrà attraversare con l’aiuto dell’inseparabile amico Willump alla ricerca della madre scomparsa. Sforzi a profusione, dunque, e su più fronti con lo scopo di rendere l’universo di League of Legends in grado di fornire un intrattenimento quanto più possibile a 360° per soddisfare le esigenze di ogni genere di fan e far conoscere in lungo e in largo quel magico mondo che è Runeterra.


Ecco di seguito il link per lo showcase👇

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Giuseppe Leone, ha conseguito il diploma di maturità classica presso l'Istituto Publio Virgilio Marone di Mercato San Severino. Attualmente studente presso l'Università degli Studi di Salerno. Da sempre grande appassionato di cinema, fumetti e videogames.