Emma Watson: il successo al cinema e il successo mediatico

Dal 1 al 16 Gennaio 2022 il canale Sky Cinema Harry Potter ha deciso di ospitare tutti gli otto film della saga, oltre allo speciale della reunion con i principali protagonisti di Harry Potter per celebrarne il ventennale. Tra i protagonisti ovviamente c’è Emma Watson che a 9 anni ottenne il ruolo di Hermione e oggi è un’attrice e attivista di fama mondiale.

Emma nasce a Parigi nel 1990, ma a 5 anni si trasferisce in Inghilterra con la madre, dopo il divorzio dei genitori e a 6 inizia ad andare a scuola di recitazione.
Nel 1999 la sua sicurezza colpisce gli agenti del casting di HP e dopo 8 provini viene scelta per il ruolo di Hermione Granger. Il successo mediatico di Emma è incredibile.
Nel 2011 recita nel film “Noi siamo infinito” e viene candidata a 12 premi. Nel 2014 invece diventa Ambassador di UN Women, iniziando a viaggiare tra Malawi, Bangladesh e Zambia per promuovere l’educazione femminile. Nello stesso anno tiene un famoso discorso alle Nazioni Unite, in occasione del lancio del progetto “HeforShe” per coinvolgere ragazzi e uomini nella lotta contro la discriminazione femminile.

Nel frattempo Emma, nel 2015 e in timing perfetto, si laurea alla Brown University con una tesi in letteratura inglese e negli anni successivi recita in vari film, tra cui ricordiamo “La Bella e la Bestia” e “Piccole Donne” nel ruolo di Margareth “Meg”, la maggiore delle quattro sorelle March.

Oggi è un’attrice di fama mondiale che non ha mai smesso di usare la propria popolarità per portare l’attenzione su importanti tematiche sociali. A dimostrazione di ciò, il suo account instagram nella descrizione della bio indica che il profilo dell’attrice è stato controllato da un anonimo Collettivo Femminista e insieme un link contenente l’intero discorso tenuto alla COP26 tra Emma, Greta Thumberg e altre attiviste che sono in prima linea contro i cambiamenti climatici e la parità di genere.

Continuando ad analizzare l’account social dell’attrice, Emma ha inoltre recentemente espresso con un post, solidarietà ai Palestinesi con una foto con la frase “La solidarietà è un verbo”. Questa foto era stata originariamente postata lo scorso Maggio dal “Bad Activism Collective” dopo che Israele aveva effettuato un’offensiva mortale, durata 11 giorni sulla Striscia di Gaza.
Sempre nella foto postata vi è anche una citazione molto significativa presa dall’attivista Sara Ahmed, che dice: “La solidarietà non presuppone che le nostre lotte siano le stesse lotte, o che il nostro dolore sia lo stesso dolore, o che la nostra speranza sia per lo stesso futuro. La solidarietà implica impegno e lavoro, così come il riconoscimento che anche se non abbiamo gli stessi sentimenti, o le stesse vite, o gli stessi corpi, viviamo su un terreno comune”.
Molti altri post di Emma sono a tematiche sociali e ripetono tutti più o meno lo stesso pattern che consta in repost e citazioni da esperti in quella determinata materia, proprio a dimostrazione del fatto che l’attrice Britannica mette letteralmente a disposizione delle tematiche che le stanno a cuore, la propria popolarità come cassa di risonanza per il grande pubblico che la segue da quando aveva 9 anni ed era la maghetta “secchiona” di Hogwarts.

Foto tratta dalla Fanpage di Facebook di Emma Watson

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Dottoressa in Consulenza e Management Strategico, ha lavorato per "Ciaopeople" in qualità di ad operations manager, gestendo le campagne pubblicitare on site. Ha conseguito un master online in "Social Media Marketing" con "Ninja Academy" e frequentato la scuola di scrittura per riviste culturali del "Tascabile". È stata contributor per il magazine online "GRLS.it", occupandosi principalmente di serie tv.