I Sentieri della Rinascita a Sarno: i benefici del trekking

L' intervista alla dott.ssa Stefania Pappacena, Assessore al Turismo del Comune di Sarno (SA)

I benefici delle passeggiate vengono elogiati ogni giorno dagli esperti e dai medici. Fare trekking in mezzo alla natura è chiaramente salutare. Il contatto con l’ambiente naturale ci rende più sereni e ci aiuta a non pensare ai problemi, rilassandoci e allontanando lo stress che ci assilla tutti i giorni. Ritagliarsi un po’ di tempo per sé stessi e dedicarlo a passeggiare all’aperto è un vero toccasana in questa vita frenetica che non lascia mai un minuto libero per staccare la spina dalla routine quotidiana.

SII TURISTA DELLA TUA CITTÀ

Con questa consapevolezza, l’assessorato al turismo del Comune di Sarno, guidato dalla dott.ssa Stefania Pappacena, in collaborazione con il Club Alpino italiano Sezione di Cava dei Tirreni, ha dato avvio al progetto di valorizzazione della rete sentieristica dei monti Saretto e Saro.
Per questo progetto l’amministrazione comunale del sindaco Giuseppe Canfora ha posto in essere interventi di manutenzione della rete sentieristica esistente che conducono ad importanti luoghi di culto della storia e tradizione locale sarnese , oltre che a splendidi scorci panoramici. Gli alpinisti hanno individuato degli itinerari escursionistici di varia difficoltà, ovvero dal facile, al medio, al difficile, dove è stata installata un’apposita segnaletica e della mappe illustrate.

A fornire maggiori dettagli è, ovviamente, la promotrice dell’iniziativa, l’assessore Stefania Pappacena.

L’INTERVISTA

Assessore, al centro dell’iniziativa vi è il patrimonio ambientale, paesaggistico e storico in una importante visione turistica… La politica è fatta di scelte e noi abbiamo fatto le nostre. Abbiamo scelto di occuparci di turismo e al tempo stesso di ambiente. Abbiamo deciso di rilanciare la città in maniera sostenibile e responsabile. È un invito a muoversi a piedi, a rendere i cittadini sarnesi persone interessate a tematiche naturalistiche e culturali.Tre anni dopo l’incendio del monte Saretto e a meno di un anno dalla messa in sicurezza per mitigare il rischio idrogeologico, la città dei Sarrasti riconquista il proprio patrimonio escursionistico. Gli interventi di sicurezza, soprattutto dopo gli incendi del 2019, hanno consentito di ripristinare le opere di mitigazione del rischio idrogeologico. Il comune di Sarno, risultato beneficiario di finanziamenti specifici, ha potuto operare sulla progettazione definitiva ed esecutiva dell’ intervento di sistemazione a monte delle aree a rischio ed il completamento delle opere in località Vallone Castagnitiello, Santa Lucia, Villa Ruotolo, San Marco e Villa Venere. Ed ancora briglie e barriere di contenimento, una vera trincea naturale a tutela dei versanti montuosi e delle aree abitative sottostanti.

I sentieri siglano una importante collaborazione con il Cai, Club Alpino Italiano… Assolutamente sí. Turismo sostenibile a Sarno, attraverso la convenzione con il Cai, sezione Cava de’ Tirreni , tracciando sentieri che un tempo erano percorribili per far scoprire a famiglie, giovani ed adulti le bellezze naturali, paesaggistiche e storico-architettoniche di Sarno. Il progetto prevede diversi percorsi: quello turistico da Borgo San Matteo fino al Castello; sentieri poi più impegnativi da Pian della Colla fino all’ Eremo di Santa Lucia e la sorgente Sant’ Angelo. Riscoperta e valorizzazione di luoghi di culto, punti panoramici, per il rilancio territoriale.
Una guida specializzata accompagna ogni gruppo per rendere gli escursionisti dei viaggiatori consapevoli e non turisti distratti.

Basta stress e ansia, allora, grazie al trekking… Un’occasione importante per tutti. Circolazione sanguigna migliorata, ottimizzazione delle funzioni respiratorie, rafforzamento delle ossa e maggior possibilità di prevenire le malattie da raffreddamento: questi i benefici del trekking. Ma non solo: questo sport rappresenta anche una valida valvola di sfogo, che ti permette di allentare con successo le tensioni di ogni giorno.

Assessore, si sa che lei stessa pratica il trekking. Qualche consiglio per avvicinarsi al trekking? La cosa migliore è che non serve quasi nulla per realizzare questo tipo di attività. Basteranno degli indumenti adeguati e una borraccia. Oltre a godere di incredibili miglioramenti a livello cerebrale, tutta la salute ne potrà trarre beneficio. Andando a camminare con amici, poi, i benefici saranno di gran lunga maggiori. Si tratta di una strada semplice e veloce per migliorare notevolmente la qualità della vostra vita.

🗣️ ASCOLTA L’INTERVENTO IN DIRETTA RADIO DI LUCIO BELMONTE E VIRIDIANA MYRIAM SALERNO, ANDATO IN ONDA SU RADIO PUNTO NUOVO GIOVEDÌ 10 MARZO, NELL’AMBITO DELLA RUBRICA DEDICATA AI LUOGHI E REALIZZATA IN SINERGIA CON MEDIAVOX MAGAZINE, 🎧

👉 CLICCA SUL VIDEO, GUARDA LE FOTO E SCOPRI I SEGRETI DEI TRE SENTIERI DELLA RINASCITA 👇

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso l’I.S.I.S. “G. Fortunato” di Angri , di cui è anche collaboratore-vicario. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno con 110/110 con lode e licenziata in Teologia Dommatica summa cum laude presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sez. San Tommaso, ha conseguito due Master in Studi storico-religiosi ( Ebraismo, Cristianesimo e Islam; Il Cristianesimo antico nel suo contesto storico) presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il Master di II livello Management e Leadership delle Istituzioni Educative presso l’Università degli Studi di Bologna e il master Didattica e Psicopedagogia per i disturbi specifici di apprendimento presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha pubblicato molti volumi. Sensibile e attiva nel dibattito socio-culturale sul territorio campano.