“Musica”: L’ENERGIA VITALE DEGLI “ANIMA NERA”


Si intitola “Musica” il nuovo singolo della band vicentina Anima Nera, pubblicato con Sorry Mom.

Il brano riesce in modo sublime a combinare un sound rock e funky dance con la leggerezza del testo.

Musica” è una canzone godibilissima, da cui si evince il desiderio degli Anima Nera di sperimentare e ampliare sempre nuove strade musicali. I fans non sono rimasti indifferenti a questa piacevole svolta musicale della loro band gradendo, anzi, molto quest’esplosione di energia vitale che ha portato gli Anima Nera a ritagliarsi un nuovo spazio nel panorama musicale italiano.

L’INTERVISTA

Benvenuti a MediaVox Magazine. Chi sono gli Anima Nera? Innanzitutto, grazie a MediaVox Magazine e ai vostri splendidi Lettori. Gli Anima Nera sono un gruppo di amici (Massimiliano De Angeli, Stefano Speranza, Fabio Lanaro, Lorenzo Piva) che fanno musica italiana di propria composizione. Siamo diventati ufficialmente una band nel 2013 anche se suonavamo già da prima assieme e da sempre abbiamo cercato essere una band di musica originale per non risultare la copia di altri. Essere e fare musica originale comporta la ricerca costante di uno stile, di un determinato suono che sia il proprio marchio di fabbrica, per quel che riguarda gli Anima Nera cerchiamo di trovare un mix tra suono, energia e testi che diventano il nostro segno distintivo.

Come nasce la vostra passione per la musica? La musica è parte integrante della vita di tutti… Vive dentro di noi. Per ogni momento importante c’è sicuramente una canzone a cui ricollegarsi. La nostra passione per la musica nasce fin da giovani e l’abbiamo coltivata nel corso degli anni. Affermava il filosofo Friedrich Nietzsche “Senza musica la vita sarebbe un errore”. Fateci entrare nel vostro mondo musicale. Il nostro mondo musicale è un mondo fatto di emozioni e riferimenti alla vita di tutti i giorni. La nostra musica nasce da un’idea che tutti sviluppano nelle loro parti per coinvolgere tutti i componenti della band alla nascita dei brani.

“Musica”, il vostro nuovo lavoro, è un brano carico di energia vitale. Com’è nato? Il nostro nuovo singolo nasce da un riff funky creato molto tempo fa e poi abbandonato dentro un cassetto con una prima abbozzatura di testo. Durante il periodo della pandemia sistemando le carte è riapparso magicamente e abbiamo deciso di farne un nuovo singolo. Ed eccolo qua: tratta di femminilità e dei piaceri della vita in un contesto molto funky dance che gli ha dato un’impronta molto vivace e piena di brio. Questo singolo ci ha dato tante soddisfazioni e visibilità visto anche le tante recensioni e articoli che sta ottenendo.

Qual è il messaggio che volete trasmettere con questo nuovo brano? Vogliamo ricordare a tutti che la vita è unica ed è bellissimo viverla nella sua pienezza perché capiterà sempre una seconda occasione.

Questo singolo fa parte di un progetto che si concluderà con l’incisione di un cd? Sí abbiamo pronti 6/7 brani che andranno in un E.P un album con meno canzoni. Siamo anche pronti per lanciare un secondo singolo a settembre.

Che cosa lega i vostri precedenti lavori a “MUSICA”?
“Musica” è un’evoluzione delle precedenti esperienze musicali. Ci siamo affidati alla bassanese SorryMom che gestisce il nostro management e quindi ci ha in qualche modo aiutato a cambiare un po’ il nostro modo di pensare. Siamo ripartiti dall’ energia di brani del passato come “Piccole cose” o “Senza limiti” e abbiamo cercato di combinare il tutto creando un suono più fresco e giovane. Abbiamo tenuto lo stesso modo creativo e quindi sull’idea iniziale di Massimiliano tutti hanno costruito le loro parti. Per continuità abbiamo deciso di affidarci ancora una volta a Roberto Visentin per il mixaggio e il mastering che ha curato tutti i nostri lavori precedenti, però gli abbiamo chiesto di farci un restailing sul suono ed è nata musica così come la potete ascoltare ora.

Questi sono stati dei tempi duri e drammatici. Come la musica ha aiutato a superarli? La musica ci ha aiutato a tenerci in contatto con il mondo. Noi nel periodo della pandemia abbiamo messo la nostra musica su tutte le piattaforme musicali e questo ci ha aiutato a restare in contatto con tutte quelle persone che ci seguono.

Tre band del passato con cui avreste voluto suonare… Rolling Stones che abbiamo visto qualche giorno fa a Milano, Metallica e Timoria.

E finalmente si ritorna a suonare dal vivo… Si anche se ancora ci sono problemi legati al covid e soprattutto, per una band che suona musica propria, è difficile trovare spazi. Oggi vanno molto, troppo di moda le cover band a discapito delle composizioni proprie. Quando non suoniamo siamo impegnati in interviste e ci prepariamo a registrare il nuovo album e chissà che non esca fuori anche qualche nuova canzone!

Foto tratte dal web

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Laureata in Scienze politiche presso l’Università Orientale di Napoli, ha pubblicato due raccolte liriche ottenendo vari riconoscimenti dalla critica. Tra le sue pubblicazioni, i libri per ragazzi “Scricchiolino” (che in modo frizzante ma profondo, narra le difficoltà di crescere di un ragazzino) e “Colpire al cuore” (uno spaccato del mondo adolescenziale d’oggi, presentato nel 2013 al Salone Internazionale del Libro di Torino). E’ addetto stampa per l’Italia del “Festival della Poesia Europea di Francoforte sul Meno”. Nel 2016, ha pubblicato L’ombra della luna nuova A’ storia du rre e’ Castiellammare: una finestra sulla vita di provincia e sull’Italia fascista dei primi del Novecento. Il testo è stato presentato a “Casa Menotti” nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto. Ha pubblicato "Noi siamo un passo avanti".