“5 Gocce” di Bibenda

L’olio  extravergine di olive ha origini antichissime.  
Considerato da sempre un alimento di pregio, nonché il simbolo della nostra Dieta Mediterranea.  
Molto salutare per il nostro organismo.  
Per la valorizzazione dell’olio d’oliva la presidente della Fondazione Italiana Sommelier della Campania Veronica Iannone ha organizzato , anche quest’anno, Venerdì 24 Marzo, nella Sala degli Affreschi di Palazzo Doria di Angri, la nuova edizione di “5 Gocce”, la premiazione dei produttori di olio della Campania che si sono contraddistinti per la qualità del raccolto nel 2022.
A moderare la manifestazione la giornalista Stefania Cavaliere.
In sala esposte le opere del progetto “Orto dei Bambini” , realizzato dal Primo Circolo Didattico Sant’Alfonso Maria Fusco di Angri, con l’intervento della Dirigente Scolastica  Maria Concetta Buongiovanni.
L’olio è stato , dunque, protagonista della serata. E così la sua geografia, la produzione, le tecniche estrattive, i consigli per acquistarlo e degustarlo, oltre alle accortezze per conservarlo bene e impiegarlo al meglio in cucina.
Un viaggio alla scoperta di uno dei simboli della dieta mediterranea e dell’Italia nel mondo: prodotto principe – con il grano e il vino – di un regione, la Campania, ricchissima di biodiversità, anche nel settore olivicolo.  


Gli Oli Evo Premiati in degustazione sono stati:

BOSCO DE MEDICI
Olio EVO Gold Bio 2022

DE RUOSI
Olio EVO Biologico Monte Greci 2022

FEUDI DI SAN GREGORIO
Olio EVO Mister O. 2022

FRANCESCO PEPE
Olio EVO Monocultivar Marinese Erede 2022

FRANTOIO ROMANO
Olio EVO Monovarietale Ortice Bio 2022

LE MARSICANE
Olio EVO Ortice Cru Cerzegna Biologico 2022

OLEIFICIO FAM
Olio EVO Monovarietale Ravece 2022

PIETRA DEI VENTI
Olio EVO Pegaso 2022

SAN SALVATORE 1988
Olio EVO 2022

TERRE DI MOLINARA
Olio EVO Monocultivar Ortice L’Eroico 2022


TORRE A ORIENTE
Olio EVO Monocultivar Ortice Cuore di Ortice 2022

Buona parte dei produttori degli oli premiati sono giovani che hanno ereditato terreni ed aziende dai nonni e dai genitori. Segno tangibile di una generazione che si è rimboccata le maniche e ha fatto di questa passione un lavoro dai livelli qualitativi altissimi.
In ogni bottiglia di olio extra vergine di oliva è,  infatti, racchiusa– come ha fatto notare il Presidente Veronica Iannone –  tutta l’essenza dei nostri ulivi, la passione per un lavoro che non conosce sosta e la voglia di prendersi cura del nostro benessere, diffondendo l’importanza di una corretta alimentazione.
Il convegno si è concluso con una degustazione degli oli premiati, assaggiati in abbinamento a prodotti tipici dell’area campana, tra cui il “Pomodoro” dell’Azienda Agr. F.lli Napolitano e le olive dell’azienda Maiello.  
E degustare l’olio extravergine di oliva è un’esperienza unica nel suo genere.
Attraverso i sensi si riescono  a cogliere aromi, colori, sfumature che danno forma all’immaginazione. Magari il profumo fruttato dell’extravergine ci riporta alla nostra infanzia, ci conduce in luoghi dimenticati o forse mai conosciuti.
Proprio così. La degustazione dell’olio extravergine d’oliva riesce a  creare questa magia.  
Entusiasta il sindaco di Angri, Cosimo Ferraioli, presente alla manifestazione,  che ha più volte, nel corso della serata,  ringraziato Veronica Iannone, cittadina angrese, per aver voluto portare un evento di portata nazionale nella città doriana, coinvolgendo anche bambini e docenti in un laboratorio didattico pratico.
Un successo di pubblico– ha sottolineato il sindaco Ferraioli –  venuto da altre province e anche da fuori regione. Un’ottima occasione per ribadire la intenzione di difendere i prodotti autoctoni e, di conseguenza, tutelare il Made in Italy e la salute delle persone con alimenti qualitativamente eccellenti. Con l’augurio che ci siano sempre più eventi di questo spessore per rivedere il nostro Palazzo Doria così bello e vivo.




Guarda la photogallery dell’evento


Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche presso l’I.S.I.S. “G. Fortunato” di Angri , di cui è anche collaboratore-vicario. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno con 110/110 con lode e licenziata in Teologia Dommatica summa cum laude presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sez. San Tommaso, ha conseguito due Master in Studi storico-religiosi ( Ebraismo, Cristianesimo e Islam; Il Cristianesimo antico nel suo contesto storico) presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il Master di II livello Management e Leadership delle Istituzioni Educative presso l’Università degli Studi di Bologna e il master Didattica e Psicopedagogia per i disturbi specifici di apprendimento presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha pubblicato molti volumi. Sensibile e attiva nel dibattito socio-culturale sul territorio campano.