Il mio viaggio a… Sorrento | MediaVox Magazine incontra Piero Armenti al Premio Penisola Sorrentina


Cari Lettori di MediaVox Magazine vi diamo il benvenuto in un luogo magico che da sempre rappresenta l’ineguagliabile grandiosità del turismo partenopeo. Parliamo naturalmente di Sorrento, la piccola capitale di una penisola che si estende da Vico Equense fino a Sant’Agata. Tanti sono i segreti di questa città che si amalgamano tra la purezza del profumo dei suoi fiori che fanno da cornice a panorami mozzafiato con dei suggestivi strapiombi sul mare donando un turbine d’incanto fuori dal comune. Terra di incommensurabile bellezza e di eccelsa cultura regala sensazioni suggestive e irripetibili.

L’evento di spicco dell’anno a Sorrento, che da ben 28 edizioni accompagna la città, è l’importantissimo e prestigiosissimo Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito, che grazie al presidente e direttore artistico Mario Esposito, ogni anno si rivela essere un vero e proprio fiore all’occhiello per gli amanti delle belle storie che abbracciano più tematiche artistiche con personaggi in ascesa e personaggi che hanno già fatto la storia artistica italiana, nonché internazionale!


Tantissimi i nomi di rilievo che hanno preso parte nelle serate del 27 e del 28 ottobre presso l’illustre Teatro Armida.


Parlando di sogni e di viaggi, oggi vogliamo raccontare la storia di Piero Armenti, uno dei vincitori del Premio Penisola Sorrentina.

Salernitano, classe ‘79; è un imprenditore, giornalista professionista, autore. È uno urban explorer nella metropoli newyorkese e un amatissimo influencer sui social; è la mente de “Il mio viaggio a New York“, tour operator numero 1 della Grande Mela, punto di riferimento soprattutto per gli Italiani che vogliono conoscere la New York autentica. La sua agenzia sorge a Times Square.


Il riconoscimento del Penisola Sorrentina per Piero Armenti è arrivato grazie al docu-reality “Il mio viaggio a New York”, realizzato per Mediaset Infinity.


MediaVox Magazine è stata media-partner dell’evento. Con Piero Armenti abbiamo chiacchierato del grande e amato Sogno Americano, ma non solo…

L’INTERVISTA

Che cosa rappresenta per lei New York? New York è una meta dove tutti i sogni possono realizzarsi, anche se non tutti ci credono… Da sempre esiste questo mito del Sogno Americano e, tutt’oggi, questa idea spinge tantissime persone a correre il rischio lasciando la vecchia vita alle spalle per realizzare i desideri più grandi. Ci vuole coraggio e perseveranza per realizzare i propri obiettivi. Per molti, però, appunto, il Sogno Americano era ed è tutt’ora spento, finito, messo all’angolo… Ma contro ogni pronostico ho dimostrato che la mia visione era esatta! Io oggi sono un cittadino americano e ciò può significare tutto o niente, ma dubito sia stato un caso. Io ho avuto fiducia negli Stati Uniti e resto un italiano in America, ma forse, non c’è nulla più bello di questo!

L’emozione di aver vinto il Premio Penisola Sorrentina? Sicuramente è una grande emozione. Un’ emozione straordinaria. C’è bisogno di portare anche qui in Italia quella forma di ottimismo che gli Americani hanno fin da piccoli. Tutto può cambiare! Basta solo crederci davvero… Sono contento e onorato di essere stato ospite della città di Sorrento che regala forti sensazioni che riempiono sia gli occhi che il cuore, proprio come accade New York!





Leggi MediaVox Magazine anche in America

“My trip to… Sorrento”

Dear readers of MediaVox Magazine, we welcome you to a magical place that has always represented the unparalleled grandeur of Neapolitan tourism. We are naturally talking about Sorrento, the small capital of a peninsula that extends from Vico Equense to Sant’Agata. There are many secrets of this city that blend between the purity of the scent of its flowers that frame breathtaking views with suggestive overhangs over the sea, giving a whirlwind of enchantment out of the ordinary. A land of immeasurable beauty and sublime culture, it offers evocative and unrepeatable sensations. The leading event of the year which has accompanied the city for 28 editions is the very important and prestigious Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito, which every year, thanks to the president and artistic director Mario Esposito, turns out to be a real flower ‘button for lovers of good stories that embrace multiple artistic themes with characters on the rise and characters who have already made Italian, as well as international, artistic history!

Many important names took part in the evenings of 27 and 28 October at the illustrious Armida Theatre.

Speaking of dreams and travels, today we want to tell the story of Piero Armenti, one of the winners of the Premio Penisola Sorrentina. Born in Salerno in 1979, he is an entrepreneur, journalist, author and an urban explorer in the New York metropolis. Also known and much loved as an influencer on social media, he is the brains behind another great project, namely Il mio viaggio a New York, which has become the number 1 tour operator in the Big Apple also thanks to social media. His agency is located in the heart of the United States, precisely in Times Square. The secret of so much success lies in offering an always passionate and evocative vision of what turns out to be the archè of all the cities in the world. The recognition for Piero Armenti came thanks to his docu-reality “Il mio viaggio a New York”, created for Mediaset Infinity.

MediaVox Magazine was present and active at the event to attend two evenings of great value in the national panorama of culture and, thanks to a chat with Piero Armenti, understood how his dreams came to life which fully encompass that of the great and beloved American Dream! After all, in some cities like Sorrento or New York, some streets tell the most beautiful, most exciting stories, capable of illuminating the future thanks to a great past. They teach us to leave a mark, so let’s enjoy a small but profound interview with a great personality with a Stars and Stripes heart!

INTERVIEW

What does New York represent for you? New York is a destination where all dreams can come true, even if not everyone believes in them… This myth of the American Dream has always existed and, even today, this idea pushes many people to take the risk, leaving their old life behind to realize your greatest desires. It takes courage and perseverance to achieve your goals. For many, however, the American Dream was and still is extinguished, finished, pushed into a corner… But against all odds I proved that my vision was correct! I am an American citizen today and that may mean all or nothing, but I doubt it was an accident. I had faith in the United States and I remain an Italian in America, but perhaps there is nothing more beautiful than this!

How do you feel about having won such an important award like this? It is certainly a great and highly extraordinary emotion. There is a need to bring that form of optimism that Americans have instilled since childhood here in Italy too. Everything can change! You just need to really believe it… I am happy and honored to experience the city of Sorrento which offers strong sensations that fill both the eyes and the heart, just like New York!


Fotografie di Alfonso Papa



Inguaribile e testardo sognatore, si è laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Salerno e frequenta la magistrale di Filologia Moderna nello stesso Ateneo. Vive l’Arte in simbiosi con la sua vita ed è sempre in cerca di nuove storie da vivere e scrivere per emozionarsi e far emozionare. Ama il mondo dello sport, in particolare quello del calcio e della palestra, seguendoli e praticandoli entrambi. Il viaggio è il suo stimolo per conoscere, imparare e avere tutto ciò che ogni cultura ha da offrirgli, in pratica usa gli occhi per guardare e i sogni per guardare oltre.