Crescere sulla frequenza giusta | Grande soddisfazione per l’Amendola School Web Radio


Coinvolgere le nuove generazioni con passioni durature e vere è sempre più difficile. Avere l’attenzione dei più giovani, infatti, non è semplice, ma alcuni educatori fanno di tutto affinché ogni alunno possa sentirsi parte di qualcosa che possa farlo esaltare all’interno di un gruppo che mira ad un ambizioso progetto.
Presso l’Istituto Comprensivo “G. Amendola” di Sarno, plesso di Lavorate, è stata inaugurata la web radio scolastica Amendola School Web Radio.
Questo progetto, fortemente voluto dall’eccellente Dirigente scolastica Antonella Esposito e dal DSGA Sebastiano Barone; è nato con la collaborazione del prof. Francesco Bartiromo e con il sostegno dell’intero staff Docenti dei due plessi dell’Istituto scolastico, in particolare dei delegati Luigi Astarita, Titti Falasca, Martino Esposito e Clelia Saggese.

Due le importanti tavole rotonde moderate dal prof. Bartiromo. Durante la prima, dal titolo “Web Radio Scolastica: un’opportunità e un mezzo per crescere, imparare e includere”, sono intervenuti: il già sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora; il prof. Alfonso Amendola, docente di Sociologia del processi culturali e delegato del Rettore Web Radio Università di Salerno; l’assessore all’Istruzione del Comune di Sarno, Gianpaolo Salvato; la consigliera comunale di Sarno, Ida Mareschi; il prof. Renzo Stio, Dirigente Scolastico e Cultore di Pedagogia Generale, Università di Salerno. Durante il secondo dibattito, dedicato ai Diritti delle Donne e organizzato proprio nel giorno della Festa delle Donne, sono intervenute: il Sindaco di Sarno f.f., Eutilia Viscardi; il direttore di MediaVox Magazine, Viridiana Myriam Salerno; la dirigente del Comune di Nocera inferiore, Nicla Iacovino. Per la diretta dell’8 marzo si ringraziano i giornalisti Errico Marrazzo e Rosanna Marrazzo.

Dare voce ai ragazzi è un impegno e un’espressione di forte maturità e civiltà. Si dice sempre che i ragazzi sono il nostro futuro ma non dobbiamo dirlo per il puro e semplice gusto di qualcosa che si è già sentito più volte, bisogna gettare le basi e agire con i fatti!

Il prof. Francesco Bartiromo ha rilasciato a MediaVox Magazine una bella intervista: dalle sue parole traspare il grande impegno nel formare i ragazzi e si evince l’importanza della radio come mezzo primario di crescita per i più giovani…

L’INTERVISTA

Come nasce l’idea di una web radio scolastica? L’idea nasce da un progetto che stava molto a cuore alla Dirigente scolastica Antonella Esposito. Io ho già avuto dei trascorsi radiofonici e dal 2021, anno in cui sono stato trasferito nella scuola G. Amendola di Sarno, ho cominciato a supportare questa meravigliosa idea. La nostra radio scolastica è diversa da una radio commerciale, poiché essa serve per dar voce ai ragazzi. Già da agosto abbiamo tenuto delle lezioni per poter dare delle solide basi e, i risultati non sono tardati ad arrivare!

Quanto è importante per gli alunni prendere parte a dei progetti importanti come questo?
Un interesse del genere, che è capace di coinvolgere in primis i ragazzi a scuola, è davvero importante e soprattutto può porsi l’obiettivo di allontanarli dalle tentazioni distruttive della strada e, per questa ragione, serve anche creare nuove opportunità e distrazioni. La radio ha lo scopo di far crescere i ragazzi e far acquisire loro più sicurezza e consapevolezza, anche per poter scacciare la timidezza e la paura di parlare in pubblico.

Quali sono le aspettative intorno a questa nuova web radio scolastica? Il nostro obiettivo primario è far crescere i nostri studenti e sono già certo che i primi risultati li abbiamo già raggiunti e verificati anche attraverso le normali interrogazioni. Chi ha preso parte al progetto della web radio scolastica si dimostrato molto più sicuro e intraprende anche durante le lezioni e le interrogazioni. Per la scuola tutto ciò non può che essere una grande soddisfazione. Ci auguriamo che l’Amendola Web School diventi motivo d’orgoglio per tutta la città di Sarno.



Inguaribile e testardo sognatore, si è laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Salerno e frequenta la magistrale di Filologia Moderna nello stesso Ateneo. Vive l’Arte in simbiosi con la sua vita ed è sempre in cerca di nuove storie da vivere e scrivere per emozionarsi e far emozionare. Ama il mondo dello sport, in particolare quello del calcio e della palestra, seguendoli e praticandoli entrambi. Il viaggio è il suo stimolo per conoscere, imparare e avere tutto ciò che ogni cultura ha da offrirgli, in pratica usa gli occhi per guardare e i sogni per guardare oltre.