AgroDOC | Seconda serata


Riceviamo e pubblichiamo l’articolo di Chiara Coppola


La seconda serata, 30 maggio, della kermesse Agrodoc a San Valentino Torio si apre con un cambio di programma. Giovanna Sannino sostituisce Ludovica Coscione come special guest


Riscopriamo l’attrice, interprete di Carmela nella serie televisiva Mare Fuori, in una nuova veste, quella di aspirante artista di musical e scrittrice. “Non ho ancora raggiunto l’universalità nella mia scrittura, non mi sento una scrittrice. Per ora scrivo le mie emozioni“.
Insieme con lei, Francesca Silvestre presenta “Un ritratto in movimento. Omaggio a Mimmo Jodice“. Il fotografo, nato nel rione sanità, “ha cominciato a creare foto nella sua camera oscura senza avere una macchina fotografica“, interessato alla stampa e ai contrasti.
Costante nei suoi lavori è il principio dell’oscurità luminosa, impiegato anche nel ritrarre feste pagane, a sottolineare la massiccia presenza del culto dionisiaco, un senso nascosto della verità, profondo, dinamico. Si occupa soprattutto inizialmente di fotografia del sociale.
Tra le mostre ricordate c’è “identificazione”, che vedeva le sue foto intervallate da quelle di un fotografo noto e a cui si ispirava.
Ritenuto un antropologo della fotografia, ritraeva scenari di sofferenza e di fatica come fabbriche e carceri. Ad accompagnarlo c’è sempre stata la moglie, la cara Angela, che tutti ricordano sempre al suo fianco. “Sembrava di essere, durante le prime mostre, in qualcosa di più grande di noi e avevamo paura di non riuscire a vivere con consapevolezza tutto“, dice.
Mimmo riesce con le sue foto, la sua eredità, a rendere visibile l’invisibile. Fa emergere dalla foto il vuoto nostalgico delle statue non integre che racconta attraverso la sua arte. Per lui viene coniata all’interno del documentario l’espressione action photograph, di cui è considerato il maggior esponente. Tra i suoi commenti, “vorrei ricominciare da capo”, a riprova dell’estro creativo che rimane verdeggiante e intatto dal tempo, in un corpo, invece, temporale.
La serata continua, poi, con la musica di Carlo Vannini che fa ascoltare in anteprima al pubblico di San Valentino Torio la sua canzone “l’amaca”.
A raggiungerlo sul palco, Fabrizio Mandara che, oltre ad un suo inedito, si esibisce nella cosiddetta “macchietta napoletana” riarrangiata chitarra e voce.


Riceviamo e pubblichiamo l’articolo di Chiara Coppola


MediaVox Magazine - La Cultura da condividere. Rivista culturale on line, regolarmente registrata presso il Tribunale di Nocera Inferiore. Sito Web: www.mediavoxmagazine.it Pagina Fan-Facebook: https://www.facebook.com/mediavoxmagazine/