IL FUOCO DELL’ARTE NEL VENTRE DI NAPOLI

Napoli / Arte / Eventi

Ritorna la seconda edizione del festival delle arti SubTerranea, rassegna annuale di arti visive e performative in programma sabato 14 Dicembre a partire dalle ore 20.30 al Museo del Sottosuolo a piazza Cavour, 140 a Napoli. L’evento è organizzato da Art Project e dal Museo del Sottosuolo.

La tematica che unisce i vari eventi della rassegna è il FUOCO SACRO che rimanda a quello alimentato e tenuto sempre acceso nelle antiche civiltà in quanto simbolo di potere e di calore per il senso di aggregazione che suscitava, al fuoco della passione e dell’amore che riesce a farci superare ostacoli insormontabili e a quello dell’energia creativa che illumina il cammino di ogni artista ma purtroppo esiste anche un altro tipo di fuoco, quello scatenato dalla violenza che giunge a sopprimere la vita come ha ben illustrato l’artista Antonio Fiore nei suoi quadri esposti nella manifestazione.

Esibizioni teatrali e di Modern Dance, arti aeree, circensi e musica animeranno le affascinanti cavità sotterranee del Museo del sottosuolo intrattenendo il pubblico presente. Tra gli spettacoli in programma ricordiamo: Aerial District della Compagnia delle Arti Aeree e Circensi i suoi acrobati si esibiranno negli spazi aerei della ‘Sala Bianca’ mentre la ‘Sala delle Riggiole’ sarà animata dalle fiamme del fire show; l’Imperfect Movement spettacolo che attraverso l’espressione corporea della modern dance esplora le diverse emozioni generate dal fuoco spettacolo, il gruppo TAMMORRASìA, compagnia decennale di canto popolare, che con i suoi ritmi coinvolgenti porterà nel sottosuolo di Napoli le più belle e trascinanti sonorità del sud.

Tutte le esibizioni concorreranno al premio arti performative, ovvero l’opportunità di realizzare presso il museo del sottosuolo uno spettacolo interamente dedicato all’artista o gruppo più gradito dal pubblico.

Le opere selezionate saranno esposte in una mostra collettiva che avrà un percorso articolato in tutti gli ambienti del museo ed entreranno a far parte di un catalogo realizzato in partnership con Kairòs edizioni.

Un’immersione nell’arte declinata in tutte le sue sfaccettature non ultima quella enogastronomica con degustazioni di specialità tipiche della cucina tradizionale partenopea.

Il sottosuolo di Napoli è ricco di storia e di leggende popolari: una fitta rete di cunicoli, gallerie e acquedotti che si estende per tutto il centro storico dal cimitero delle Fontanelle, a Napoli Sotterranea fino alle Catacombe di San Gennaro. Da molto tempo quest’aria è giustamente al centro dell’attenzione degli storici. Oltre i Greci che

scavarono questi ambienti per estrarne il tufo adoperato per la costruzione di Neapolis e i Romani che usarono le cave per la costruzione dei loro acquedotti, il sottosuolo di Napoli divenne anche luogo di rifugio della popolazione napoletana per difendersi dalla furia dei bombardamenti della seconda guerra mondiale. L’evento Il fuoco sacro dell’arte nel ventre di Napoli è un’esperienza emozionale che lascia il segno e fa rivivere tutta la magia del sottosuolo di Neapolis.

Condividi questo articolo...Print this page
Print
Email this to someone
email
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Laureata in Scienze politiche presso l’Università Orientale di Napoli, ha pubblicato due raccolte liriche ottenendo vari riconoscimenti dalla critica. Tra le sue pubblicazioni, i libri per ragazzi “Scricchiolino” (che in modo frizzante ma profondo, narra le difficoltà di crescere di un ragazzino) e “Colpire al cuore” (uno spaccato del mondo adolescenziale d’oggi, presentato nel 2013 al Salone Internazionale del Libro di Torino). E’ addetto stampa per l’Italia del “Festival della Poesia Europea di Francoforte sul Meno”. Nel 2016, ha pubblicato L’ombra della luna nuova A’ storia du rre e’ Castiellammare: una finestra sulla vita di provincia e sull’Italia fascista dei primi del Novecento. Il testo è stato presentato a “Casa Menotti” nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto. Ha pubblicato "Noi siamo un passo avanti".